UN SUCCESSO I SERVIZI SOCIALI NEI BORGHI DELLA MONTAGNA AQUILANA


BARISCIANO – Oltre 45 tirocini realizzati, 150 anziani in assistenza domiciliare, 174 disabili seguiti tra assistenza scolastica e domiciliare, 20 giovanissimi nel servizio di asilo nido, 33 utenti nel centro di Collepietro, più di 1.500 nuclei familiari che si sono rivolti al segretariato sociale, mentre oltre 110 sono stati i colloqui per gli utenti del reddito di cittadinanza.

Sono questi i numeri dell’Ambito sociale distrettuale n. 5 “Montagne Aquilane” con sede a Barisciano, dove ieri è stato approvato il rendiconto del Piano distrettuale sociale anno 2019, da parte della Conferenza dei sindaci presieduta dal presidente e sindaco di Pizzoli Giovannino Anastasio e alla presenza del commissario straordinario della Comunità montana Montagna di L’Aquila e sindaco di Navelli Paolo Federico.

La riunione ha visto la partecipazione di 23 amministrazioni e della responsabile dei servizi sociali Maura Viscogliosi.

“Sono numeri che indicano chiaramente l’efficienza e l’efficacia raggiunte dal servizio, sulla scorta dei quali”, ha detto il presidente Anastasio, “continueremo a lavorare per migliorare e uniformare il territorio nella gestione di attività fondamentali e complesse che toccano direttamente i cittadini”.

In particolare, durante la riunione, si è avuta anche la possibilità di verificare le tante attività di progettazione messe in campo che oltre alla puntuale gestione del Piano di Zona, sono: i fondi Pon, inclusione e povertà, l’Home Care Premium, la gestione dei progetti di Abruzzo Include fase uno e due, Caregiver familiare, il progetto Restart, il reddito di cittadinanza, il centro anziani di Castelvecchio Calvisio, il centro diurno di Collepietro e la fondamentale collaborazione con il distretto sanitario dell’Asl n. 1.

Inoltre, sono state analizzate tutte le attività messe in essere per sopperire all’emergenza Covid1-19.

“Stiamo lavorando ad una rinnovo della convenzione con l’Asl che resta un caposaldo della gestione dei servizi sociali nell’ambito dei 42 comuni dell’Ecad e alla quale dobbiamo tanto”, ha detto il commissario Paolo Federico, “inoltre con l’emergenza Covid-19 non ci siamo fatti trovare impreparati e dopo aver potenziato l’Ufficio di Piano per la gestione dei servizi sociali, abbiamo messo in atto una sorta di telefono verde al contrario dove, in pratica, gli uffici sono stati impegnati, con personale specializzato, nel contattare gli utenti durante i mesi di quarantena per monitorarli ed essere pronti nel caso di necessità. Un servizio”, ha concluso Paolo Federico, “che ha trovato anche il consenso della Prefettura dell’Aquila (tavolo di monitoraggio problematiche sociali) in una riunione operativa”.

L’Ecad n. 5 Montagna di L’Aquila gestisce i servizi sociali in 42 comuni della provincia dell’Aquila che sono Acciano, Barete, Barisciano, Cagnano Amiterno, Calascio, Campotosto, Capestrano, Capitignano, Caporciano, Carapelle Calvisio, Castel del Monte, Castel di Ieri, Castelvecchio Calvisio, Castelvecchio Subequo, Collepietro, Fagnano Alto, Fontecchio, Fossa, Gagliano Aterno, Goriano Sicoli, Lucoli, Molina Aterno, Montereale, Navelli, Ocre, Ofena, Pizzoli, Poggio Picenze, Prata D’Ansidonia, Rocca Di Cambio, Rocca Di Mezzo, San Benedetto In Perillis, San Demetrio Ne’ Vestini, San Pio Delle Camere, Sant’Eusanio Forconese, Santo Stefano di Sessanio, Scoppito, Secinaro, Tione degli Abruzzi, Tornimparte, Villa Santa Lucia e Villa Sant’Angelo.

La popolazione residente nell’intero Ecad n. 5 al primo gennaio 2016 su dati Istat è di 36.710 persone pari al 2,7% della popolazione dell’intera regione Abruzzo e al 25% dell’intera provincia de L’Aquila.

,

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.