A VENT’ANNI DALLA SCOMPARSA L’AQUILA RICORDA LAUDOMIA BONANNI CON UN INCONTRO LETTERARIO


L’AQUILA – Chi ha letto le sue pagine, si entusiasma a parlarne; chi la scopre oggi, si sorprende e vuole saperne di più. Leggere Laudomia Bonanni, in un tempo che crede di aver visto tutto, ancora sorprende e “spiazza”; avere le sue pagine sotto gli occhi vuol dire far brillare, ancora, una sensibilità fuori dai ranghi, una capacità “sui generis” di descrivere, evocare e, persino, ispirare.

A vent’anni dalla sua scomparsa, la figura della scrittrice viene celebrata a L’Aquila, nel Teatro-Studio di via Ficara-Piazza d’Arti, domenica 20 febbraio alle ore 18,00.

È una manifestazione che nasce, ancora una volta, grazie all’impegno costante, negli anni, di Gianfranco Giustizieri, studioso della cultura letteraria italiana, autore di varie pubblicazioni riguardanti il patrimonio letterario abruzzese.

Giustizieri ha dedicato molta parte della sua attività intellettuale alla riscoperta di quella che considera (e, certo, non da solo) una delle più importanti rappresentanti della letteratura del Novecento (di Giustizieri, il saggio Antologia sommersa di Laudomia Bonanni, pubblicato da Carabba nel 2018).

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la compagnia Teatrabile dell’Aquila.

Non è la prima volta che Gianfranco Giustizieri incontra Teatrabile; la prima occasione di collaborazione fu nel “fatidico” 2009, ed ebbe grande valore simbolico di rinascita:

Giustizieri, coinvolse la scuola di drammaturgia “Teatro di Gioia” (diretta dalla grande scrittrice Dacia Maraini e di cui Teatrabile era parte integrante) ad occuparsi degli scritti della Bonanni.

Nonostante le difficoltà causate dalla devastazione in cui versava il nostro territorio, ne nacque, uno spettacolo teatrale dal titolo “Angiolina, il mare e la maestra” che, con la regia di Eugenio Incarnati, fu uno dei vincitori del premio nazionale “Marinando” e fu ospitato nel festival di Ostuni nel settembre dello stesso anno.

Questa di domenica 20 febbraio, è un’occasione per ricordare, della Bonanni, le doti di apprezzata (pluripremiata) autrice, di romanziera dallo stile modernissimo, nonché quelle di arguta e accreditata osservatrice (con centinaia di articoli, elzeviri, note, cronache, pubblicati, nel tempo, da molte importanti testate nazionali).

Tra le altre doti, non lascia indifferenti, della Bonanni, la capacità di colpire nel profondo; ed infatti, sia a l’Aquila, sia oltre le mura, molti sono gli esperti e cultori, appassionati critici, estimatori ferventi ed innamorati.

Nella manifestazione “Per Laudomia”, al Teatro-Studio di piazza d’Arti, si prevede il contributo critico-teorico di studiose come Liliana Biondi ed Anna Maria Giancarli.

Fra un intervento e l’altro, vi saranno gli artisti della compagnia Teatrabile, che daranno voce e vita a frammenti degli scritti della scrittrice aquilana. Fra loro Anna Maria Aliberti, Alessandra Tarquini, Rita Biamonti, Diletta De Santis, Vittorio Cortellessa, Fabrizio Villacroce.

I posti sono limitati: si consiglia di prenotare al 347-1626712 oppure 329-6777332. Associazione culturale Teatrabile Aps 329-6777332, www.teatrabile.it.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022