ABBAZIE JAZZ FESTIVAL PROSEGUE CON JOHN PATITUCCI TRIO, I YELLOWJACKETS E ALTRI PROTAGONISTI


TERAMO – Dopo le due serate del 3 e 4 agosto ricche di emozioni e caratterizzate dalla presenza di un numeroso pubblico, rispettivamente con Tony Pacella a Cellino Attanasio e Paul Wertico a Canzano (Teramo), Abbazie Jazz Festival prosegue con altri interessanti proposte il 7, 8, 9 e 11 agosto, sempre alle 21,30.

Tra i protagonisti ci saranno: il 7 Kirk Lightsey e Piero Odorici Quartet nell’Anfiteatro dell’Abbazia di Ronzano a Castel Castagna; l’8 il Daniele Falasca Quartet Triade si esibirà nel sagrato della Chiesa della Santissima Annunziata a Montepagano; il 9 ci sarà l’atteso concerto del John Patitucci Trio con Rogerio Boccato Yotam Silberstein in Piazza del Giglio a Montone e l’11 agosto nella piazza Belvedere di Castelbasso ci sarà il concerto degli Yellowjackets.

L’iniziativa proposta dal festival Concerti delle Abbazie è a cura dell’associazione Luzmek Ets, in collaborazione con Itaca Agenzia dello Sviluppo locale, Valle delle Abbazie e Gal Terreverdi Teramane con 14 appuntamenti complessivi nei luoghi più suggestivi della provincia di Teramo, dal 29 luglio al 16 settembre.

Nel dettaglio il concerto del 7 agosto, nel piccolo anfiteatro dell’Abbazia di Ronzano, vedrà sul palco Kirk Lightsey, uno fra i più grandi maestri viventi del jazz americano, un artista dal fraseggio elegante e dal suono raffinato. Il pianista di Detroit si esibirà con il trio formato da Darryl Hall al contrabbasso e Jason Brown alla batteria con la partecipazione del tenorista Piero Odorici. Lightsey è una figura monumentale della storia del jazz, “Mr. Piano Man” ha sempre tenuto un profilo piuttosto basso, fino a quando, tra il 1979 e il 1983 ha iniziato a suonare e andare in tour con Dexter Gordon, diventando parte dei Leaders. Lightsey ha inoltre registrato e suonato con personaggi del calibro di Chet Baker, Bobby Hutcherson e tanti altri.

L’8 agosto a Montepagano ci sarò il Daniele Falasca Quartet, una prima nazionale in coproduzione tra Luzmek e Musicahdemia, Triade è l’omaggio musicale in chiave jazz che il compositore e fisarmonicista Falasca rende alla sua famiglia. Una collaborazione, questa, proficua e già ben avviata durante l’edizione 2021, che continua nel 2022 con un progetto musicale sorprendente per inventiva e creatività. Un linguaggio fresco e immediato, sicuramente epidermico, che tende a regalare entusiasmo e vitalità in ogni fraseggio, tematico e/o improvvisativo. In questo disco, infatti, Daniele Falasca propone un linguaggio jazz, con un’armonia più ricercata e raffinata, il senso dello swing è senza dubbio più evidente e le improvvisazioni risentono del groove che la sezione ritmica sostiene senza soluzione di continuità. L’interplay è travolgente ed esalta tutte le caratteristiche improvvisative dei membri della band. Ad accompagnarlo sul palco Massimiliano Caporale al pianoforte, Massimo Moriconi al basso e Glauco Di Sabatino alla batteria.

Il 9 agosto Piazza del Giglio a Montone sarà animata dal John Patitucci Trio con “Irmão De Fé”. Il bassista John Patitucci, il chitarrista Yotam Silberstein e il batterista Rogério Boccato uniti insieme in un unico trio jazz. Tre star della musica d’oltreoceano arrivano in Italia con un imperdibile tour a luglio e agosto 2022. Il Trio ha da poco rilasciato un album inedito: Irmão De Fé: nove brani dalle sonorità e dai ritmi brasiliani, in cui Patitucci, Silberstein e Boccato si fondono in un equilibrio musicale tra interpretazione e improvvisazione. L’album contiene canzoni come “Desvairada”, dove il contrabbasso di Patitucci e la chitarra di Silberstein si destreggia magistralmente in un vivace 6/8, mentre “Nilopolitano” ruota abilmente tra i 16 boppish della melodia e le jam funky del trio. Una delle performance tecnicamente più impressionanti dell’album è il brano “Olha Maria”.

L’11 agosto in Piazza Belvedere a Castelbasso ci sarà la più longeva e creativa fusion band della storia, non solo per un fatto di continuità anagrafica (il gruppo esiste dal 1977), quanto soprattutto per creatività, gli Yellowjackets. Il gruppo ha sempre avuto ambizione e desiderio di sperimentare linguaggi, fusioni e contaminazioni, rivedendo continuamente il proprio orizzonte espressivo alla luce di nuove acquisizioni stilistiche. Ormai il loro sound e il loro stesso nome sono molto più di un marchio di fabbrica e, attraverso l’evoluzione della loro musica, rappresentano un certificato di garanzia. Jazz e fusion si fondono con grandissima raffinatezza in un sound compatto, preciso e, con spazi, forme e dimensioni disegnati senza fatica. Con quattordici album alle spalle, oltre un milione di copie vendute, centinaia di concerti in tutto il mondo, gli Yellowjackets sono un pezzo di storia dal quale oggi è impossibile prescindere. Il gruppo è composto da Bob Mintzer al sax, Russel Ferrante al piano, Will Kennedy al basso e Dane Alderson alla batteria.

Il festival è realizzato con il contributo del Ministero della Cultura, della Regione Abruzzo, della Provincia di Teramo, della Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia, della Fondazione Tercas, del BIM (Bacino Imbrifero Montano Vomano), dei Comuni di Canzano Cellino Attanasio, Mosciano Sant’Angelo e Pineto, con il supporto dei Comuni di Castel Castagna, Isola del Gran Sasso d’Italia e Roseto degli Abruzzi.

Il cartellone prosegue il 24 agosto con l’Ethnic Project, di Danilo Di Paolonicola con Flavio Boltro #No gender 2 nel chiostro dell’Abbazia di Propezzano a Morro d’Oro, anticipato alle 20 da un nuovo appuntamento con Abbazie Jazz Club. Il 25 agosto Fabrizio Bosso quartet proporrà il suo nuovo progetto dedicato a Stevie Wonder nell’Abbazia di San Salvatore a Canzano. Il 27 ci sarà nel Parco della Pace di Pineto il concerto Euphonia Suite con Eugenio Finardi, Raffaele Casarano al sax e Mirko Signorile al pianoforte. L’8 settembre nella Chiesa Russicum di Villa Paris a Roseto degli Abruzzi ci sarà il #noborder trio con Massimiliano Coclite al pianoforte, Francesco Sorrentino al violoncello e Cristiano Formicone al clarinetto. Il 9 settembre Rino De Patre proporrà Sound of the rainbow nel chiostro del convento Santi Sette Fratelli, a Convento e il 16 settembre la rassegna si concluderà con lo spettacolo Turn the Page con Mauro De Federicis quartet nell’Auditorium Sant’Antonio a Mutignano. Tutti i concerti inizieranno alle 21,30.

Ulteriore novità di questa stagione è la collaborazione attiva e sinergica con il Gal Terreverdi Teramane, che in cinque tappe del Festival (come accaduto al concerto del 3 agosto, anche in quelli dell’8 e del 24 agosto e del 9 e 16 settembre) proporrà visite suggestive dei luoghi e dei borghi ospitanti, accompagnati da ricercate degustazioni delle eccellenze enogastronomiche del territorio a cura dei produttori locali, con l’obiettivo di promuovere gli itinerari turistici tematici della Rete del turismo sostenibile “Tour Terreverdi Teramane”.

Il Gal Terreverdi Teramane, infatti, in attuazione della propria Strategia di Sviluppo Locale, sta realizzando il progetto “Gal&Dintorni” con l’obiettivo di favorire la realizzazione di iniziative ed eventi volti alla valorizzazione economica del patrimonio culturale e artistico, delle tradizioni, nonché delle produzioni tipiche locali e delle specificità del proprio territorio.

A tal proposito è stato previsto di inserire tra gli eventi di eccellenza in programma per l’anno 2022 la manifestazione Festival “Concerti delle Abbazie”, organizzata dall’Associazione Culturale Luzmek. In questo ambito, il Gal Terreverdi Teramane intende promuovere gli itinerari e percorsi tematici della “Rete Tour Terreverdi Teramane” attraverso cinque eventi dislocati in cinque borghi offrendo ai partecipanti un’esperienza unica, immersiva, autentica e coinvolgente. Obiettivo del progetto è far scoprire i luoghi in un contesto particolare promuovendone il valore e coniugando allo stesso tempo arte (con la musica del Festival Concerti delle Abbazie), gusto (con la valorizzazione delle tipicità enogastronomiche e dei produttori) e cultura (con la valorizzazione di luoghi rappresentativi del territorio e di rara bellezza paesaggistica), il tutto nella cornice suggestiva delle location individuate.

Biglietteria ufficiale Ciaotickets.com, biglietto intero da 15 euro e abbonamenti da 50 euro con concerti a scelta. Sono previste riduzioni del 50% con carta Giovani Nazionale e del 30% per soci Fai, Italia Nostra, Unpli (Unione Nazionale Pro Loco Italiane), Donatori di sangue e gruppi da minino 15 persone. È prevista inoltre la possibilità di acquistare con Bonus Cultura e Bonus Docenti. Abbazie Jazz club biglietto 25 euro + prevendita, non sono previste riduzioni

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022