AL MACONDO FESTIVAL “MILLO AT WORK” IMPREZIOSISCE FRANCAVILLA AL MARE


FRANCAVILLA AL MARE – Il Festival Macondo non è solo ‘arte di strada’ ma anche un percorso intelligente individuato per una riqualificazione dinamica ed alternativa del Quartiere Alto di Francavilla al Mare (Chieti), che in questa edizione 2021 vede al lavoro l’artista di adozione abruzzese che ha un forte legame con la regione, Millo che è impegnato in un cantiere artistico libero e visitabile chiamato “Millo at work” dal 15 al 21 luglio a piazza Semproni.

L’artista, pur avendo fatto i conti con il maltempo dei giorni scorsi, prosegue oggi in modo ostinato nella realizzazione di una “sorpresa artistica” per la città sulla parete di un condominio di edilizia popolare: adesso pian piano l’opera prende forma tra lo stupore e la meraviglia di curiosi ed amanti dell’arte.

L’Amministrazione comunale di Francavilla al Mare e l’Aps Macondo rappresentata da Peppe Millanta, che ne cura la direzione artistica, dal 2017 sono a lavoro in modo sinergico per restituire alla collettività una nuova visione degli spazi trascurati che tornano a dare decoro e brio al comune teatino.

Risale al 2019 il primo intervento: grazie al restyling completo di Piazzetta Masci operata dal maestro Emilio Patrizio, al minuzioso lavoro del collettivo Accademia di Aracne di Ortona by Shirley Rowland e al supporto del Comitato di Quartiere Paese Alto con Mariagrazia Di Sante nel ruolo di presidente e dell’intera cittadinanza, è stato possibile rigenerare quello che oggi è un meraviglioso squarcio di San Franco.

Nel 2020 il Festival è stato rimodulato, ci si è dedicati infatti alla musica con due concerti in piazza della Rinascita sempre nel rispetto delle regole previste ed in un’estate 2021 così particolare ancora segnata dalle problematiche legate all’emergenza sanitaria da Covid-19, come spiega la consigliera di Francavilla al Mare, Cristina Rapino, “abbiamo scelto di investire su qualcosa che potesse rimanere al Quartiere, qualcosa di tangibile, come quella che rimarrà l’opera di Millo in Piazza Semproni”.

Soltanto qualche mese fa, il Consiglio regionale d’Abruzzo ha approvato la legge per la valorizzazione dei comuni virtuosi che investono in questo tipo di operazioni; primo fra tutti un esempio caratteristico è rappresentato dal vicino borgo di Aielli (L’Aquila), modello più che virtuoso, ad oggi anche grande luogo di attrazione turistica in Abruzzo.

“Non ci sembrava opportuno investire delle risorse pubbliche in un Festival Macondo classico che sarebbe stato poi limitato dalle norme anti Covid – spiega Rapino in una nota – soprattutto dopo i tanti sacrifici che sono stati fatti ma ci sembrava utile investire quelle stesse risorse in qualcosa che potesse rimanere al quartiere, per abbellirlo, aggiungendo un altro pezzo alla prima riqualificazione che abbiamo messo in campo con Emilio Patrizio nella piazzetta Masci. L’artista Millo street artist internazionale non ha bisogno di presentazioni, è molto legato all’Abruzzo e ci sembrava il nome più adatto a catalizzare l’attenzione su un quartiere bellissimo che in realtà è il cuore pulsante di Francavilla, la sua anima storica non solo per i sanpietrini, il Mu.Mi o la Chiesa di Santa Maria Maggiore ma anche per le storie raccontate da chi la vive”.

Questa iniziativa ha un obiettivo ben preciso come spiega la giovane amministratrice, ossia “quello di sviluppare un circolo virtuoso che possa attraverso l’arte concepire una rigenerazione di tipo urbana per sottrarre al degrado le piazzette poco sfruttate e che a volte risultano anche non note poiché sono degli scorci nascosti ed hanno bisogno di una spinta in più attraverso l’arte”.

“Quello proposto – conclude Cristina Rapino – è un progetto ambizioso e lungimirante ed è uno degli obiettivi principali del programma del Pd per le prossime amministrative. È chiaro che per portare avanti progetti come questo c’è bisogno di un lavoro puntuale, che non può tralasciare nessun dettaglio, e che deve mettere in campo la collaborazione tra il Comune e le associazioni che già vivono quotidianamente il territorio e che mettono in campo tantissime iniziative per renderlo vivo; tra queste appunto c’è il Comitato di Quartiere Paese Alto che ringrazio tantissimo perché ci ha supportato in questa iniziativa e chiaramente i condomini dello stabile di via Civitella numero 1 poiché senza il loro appoggio tutto ciò non sarebbe possibile. Ringrazio tutti i cittadini di San Franco e la 3D Edilizia”.

Il cantiere proseguirà come da programma fino al 21 luglio e sarà possibile vedere l’artista al lavoro dalle 10 alle 13,30 e dalle 15 alle 20.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021