AL VIA LA RASSEGNA “DUO” DELLA BARATTELLI, SI PARTE COI FRATELLI MANCUSO AL CORTILE DI PALAZZO DI PAOLA


L’AQUILA – Prende il via la attesa rassegna “Duo. Nuove musiche da tradizioni antiche”, promossa dalla Società Aquilana dei Concerti “Bonaventura Barattelli”, nell’ambito del Progetto speciale del Ministero della Cultura, in collaborazione con l’editore Squilibri.

La rassegna vuole essere una panoramica su esperienze artistiche eseguite in Duo e caratterizzate da forti affinità stilistiche, da un’accentuata vicinanza creativa oltre che dall’uso di materiali e suggestioni sonore provenienti da varie tradizioni locali. I tre appuntamenti, il 16, 17 e 18 settembre si svolgono al Cortile di Palazzo di Paola su Corso Vittorio Emanuele II, 95 o, in caso di maltempo, all’Auditorium del Parco con inizio alle ore 18.

Protagonisti della serata inaugurale venerdì 16 settembre sono i fratelli Enzo e Lorenzo Mancuso, che portano in live il loro ultimo lavoro discografico, Manzamà. Già Targa Tenco come Miglior Album in dialetto e Premio Loano come Disco dell’anno per il 2021, Manzamà è infatti unanimemente giudicato come il vertice della creatività dei due autori siciliani Nell’album sono presenti arrangiamenti in quattro brani di Franco Battiato, probabilmente l’ultimo impegno artistico del grande cantautore catanese prima della scomparsa.

Compositori e polistrumentisti animati da una vena poetica e musicale di assoluta originalità, Enzo e Lorenzo Mancuso cantano storie intessute di idiomi e suoni antichi che riportano alla loro terra d’origine, la Sicilia con uno stile che, grazie alla loro arte, sembrano fondersi mondi in apparenza inconciliabili.

Nativi di Sutera, i due fratelli emigrano negli anni’70 a Londra dove, per otto anni, lavorano in fabbrica, mentre nel tempo libero, a contatto con circoli e teatri, iniziano a ricomporre i frammenti del patrimonio musicale della loro terra. Ritornati in Italia, nei primi anni ’80 si esibiscono per lo più in piccoli teatri, anche all’estero. Decisivo per la loro carriera è stato l’incontro con Joaquin Diaz, il grande etnomusicologo spagnolo, con il quale avviano un rapporto di collaborazione che sfocia nella pubblicazione, in Spagna prima che in Italia, dei loro primi due CD, Nesci Maria (1986) e Romances de alla y de aca (1990). Nel 1993, dopo aver dedicato un altro CD al loro paese natìo, vincono il Premio Recanati. Nel 1997 pubblicano il CD Bella Maria, e partecipano, come compositori e attori, al film Il talento di Mister Ripley di Anthony Minghella, inaugurando una collaborazione con il cinema e il teatro d’autore che dura tuttora. Nel 2013, alla 70.ma edizione della Mostra del cinema di Venezia, vincono il Premio Sound Track Stars e, l’anno seguente, ottengono la nomination al Globo d’Oro e al Nastro d’Argento per la colonna sonora del film Via Castellana Bandiera della regista siciliana Emma Dante.

Il concerto sarà preceduto da una introduzione di Maurizio Agamennone, docente di Etnomusicologia all’Università di Firenze.

L’incontro sarà allietato da degustazioni enologiche tematiche, coordinate dall’AIS-Associazione Italiana Sommelier, con vini abruzzesi e siciliani, riferendosi alla regione di provenienza sia dei musicisti, sia del materiale tradizionale antico da cui scaturiscono le Nuove Musiche.

Ingresso 5 euro (concerto e degustazione), con prenotazione al numero 328-6765097, dal lunedì al venerdì, dalle 9,30 alle 13 e dalle 15 alle 16,30.

La rassegna prosegue sabato 17 settembre con Alessandro D’Alessandro e Paolo Angeli (organetto e chitarra) e domenica 18 settembre con il duo voce e chitarra di Otello Profazio e Peppe Voltarelli.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022