ALESSANDRO HABER AL L’AQUILA FILM FESTIVAL


L’AQUILA – Sarà Alessandro Haber il secondo ospite del 14esimo L’Aquila Film Festival dopo l’apertura di Alessandro Preziosi con il suo La legge del terremoto.

L’attore bolognese, infatti, presenterà il giorno 29 novembre alle ore 17,30 presso l’Aula magna del Dipartimento di Scienze Umane dell’Aquila in viale Nizza la sua biografia dal titolo Volevo essere Marlon Brando (ma soprattutto Gigi Baggini). Con l’occasione ripercorrerà 50 anni di carriera con ricordi, racconti e aneddoti. Accolto da Mirko Lino, docente di Storia del Cinema dell’Ateneo aquilano, cercherà di affascinare il pubblico con la sua passione e la sua istrionicità e presenterà due suoi recenti cortometraggi “Il gioco” e “27 marzo 2020” e, nei giorni successivi, due suoi film La vera vita di Antonio H. di Enzo Monteleoni e Regalo di Natale di Pupi Avati.

Il L’Aquila Film Festival (finanziato con il contributo del Ministero per la Cultura e realizzato in collaborazione con l’Università degli studi dell’Aquila e ARCIGay L’Aquila) proseguirà all’insegna di una grande novità: da questa edizione, infatti, il direttore artistico Federico Vittorini intende sostenere e valorizzare maggiormente il cinema europeo dei registi esordienti dedicando loro il concorso principale del Festival.

Sono stati, infatti, selezionati i seguenti titoli, opere prime o seconde: Un monde della belga Laura Wandel, Les magnetics del francese Vincent Mael Cardona, Petite lecon d’amour della francese Eve Deboise (presente in sala), La tana di Beatrice Baldacci (presente in sala) e Human factors dell’altoatesino Ronny Trocker (presente in sala), una produzione mitteleuropea tedesco-danese-italiana.

Al concorso principale si affiancherà un concorso riservato alle opere brevi al quale hanno guadagnato l’accesso (a fronte di centinaia di candidature) No te verán correr di Miguel Casanova, Sim-patia di Carlos Gómez-Mira Sagrado, Distancias di Susan Béjar, Una vida más di Daniele Ragusa Monsoriu, Intentando di Juan Manuel Montilla, Rien de Special di Anthony Légal e Michaël Marie, Fire extinguisher di Rodrigo Sopeña e Joana Solnado, Roberto di Carmen Córdoba González e Loop di Pablo Polledri.

In chiusura due eventi fuori concorso: il regista e docente del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma Gianfranco Pannone presenterà il suo libro È reale: guida empatica del cinedocumentarista e l’aquilana Cecilia Fasciani,in occasione della giornata mondiale contro l’Aids, il suo I’m still here.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero a biglietto etico e il programma è consultabile alla pagina https://www.laquilafilmfestival.it/xiv-laquila-film-festival/ o alla pagina Facebook https://www.facebook.com/laquila.filmfest.

Il L’Aquila film Festival, poi, tornerà il 6 e il 7 dicembre con una nuova iniziativa rivolta al settore Cinema Abruzzo, il 1° Abruzzo Film Industry,organizzato in collaborazione con la Film Commision d’Abruzzo, il Cna Abruzzo e le due Camere di Commercio regionali. Un’iniziativa che vuole essere un punto di svolta nel settore industriale cinematografico abruzzese. Tutte le informazioni saranno svelate durante i giorni del Festival.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022