ALL’AQUILA NASCE UNA SCUOLA DI MUSICAL THEATER PER PERFORMER


L’AQUILA – Il Teatro dei 99 dell’Aquila ha presentato un progetto molto ambizioso, che, per la prima volta, vede nascere al suo interno una Scuola di Musical Theater. A tale scopo ha siglato due accordi importanti con due istituzioni prestigiose: la Bernstein School of Musical Theater di Bologna e il Conservatorio statale di musica “Alfredo Casella”.

Tutto ciò è stato possibile anche grazie al grande salto di qualità compiuto dalla struttura nel 2021, con il riconoscimento da parte del Ministero Italiano della Cultura, attraverso l’ammissione al Fondo unico dello Spettacolo (Fus) del Festival di danza “I Cento passi”, confermato con la triennalità 2022/2024. Sia la Bernstein School che il Conservatorio Casella sono due strutture Afam, riconosciute dal Ministero dell’Istruzione e che rilasciano titoli di laurea.

Il progetto trae origini dalla inclinazione sempre maggiore negli anni di Loredana Errico, direttrice artistica del Teatro dei 99, verso la multidisciplinarietà delle arti.

Una scuola per formare “Performer”, la figura artistica più completa che esista, che è la figura professionale richiesta da sempre nei paesi anglosassoni per interpretare i musical. E da qualche anno, con la diffusione di produzioni di musical in Italia, anche nel nostro paese.

“Con la scuola di Musical Theater la città dell’Aquila allarga l’offerta dell’alta formazione nelle discipline artistiche, musicali e coreutiche. Come Comune dell’Aquila abbiamo sottoscritto una convenzione con il Centro Studi L’Aquila Danza–Teatro dei 99 per offrire un sostegno ulteriore alle attività multidisciplinari messe in campo dalla direzione artistica di Loredana Errico”, ha dichiarato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.

“Un progetto che ha radici nel tempo – ha aggiunto Loredana Errico, direttore artistico del Teatro dei 99 – quando, con una Simona Molinari non ancora alla ribalta nazionale, avevamo iniziato a proporre il musical ai più piccoli. Oggi, i percorsi formativi nel campo del Musical Theater sono già una realtà, grazie anche al contributo della Bernstein School, del Conservatorio e della English School of L’Aquila”.

“Un progetto che ho condiviso sin dal primo momento – ha proseguito Amalia Salzano del Teatro dei 99 – nelle scuole anglosassoni esistono da sempre percorsi formativi dedicati alla figura del performer, artista a 360° in grado di ballare, cantare e recitare che rappresenta la figura artistica fondamentale nel Musical. In Italia è abbastanza conosciuto il Musical come genere di spettacolo ma non è ancora diffusa la parte formativa necessaria per diventare performer”.

“Essere perfomer – ha aggiunto Alessandro Di Giulio, coordinatore dei corsi ‘Off’ presso la Bernstein School of Musical Theater – richiede un impegno costante e continuo. Da noi, si respira l’aria tipica delle scuole che si trovano oltreoceano e la preparazione che offriamo è di altissima qualità. Gli allievi vengono formati per affrontare qualsiasi tipo di repertorio musicale, qualsiasi tipo di stile di danza e recitazione. Molti allievi della Bernstein, lavorano tanto sia in Italia che all’estero. Durante l’anno si terranno workshop di approfondimento nelle varie discipline del teatro, della danza e della musica con la direttrice artistica Shawna Farrell e altri docenti della Bernstein School of Musical Theater di Bologna”.

“Siamo molto soddisfatti di questo progetto – ha proseguito il maestro Claudio Di Massimantonio, direttore del Conservatorio Casella – perché apre la strada ad una collaborazione più ampia con il Teatro dei 99. Ad esempio, il Conservatorio Casella è l’unico in Italia ad avere istituito un corso di maestro collaboratore per la danza che porterà i nostri allievi a fare il tirocinio presso il Teatro dei 99. Sono sicuro che faremo belle cose di cui vi aggiorneremo nel corso dei prossimi mesi. Al termine di ogni anno accademico, inoltre, verrà allestito uno spettacolo con gli allievi dei corsi di Musical Theater accompagnati dall’orchestra del Conservatorio”.

“Ringrazio per aver coinvolto la English School of L’Aquila nel progetto – ha concluso il direttore didattico Andrew Laird – . Nel canto è molto importante che la fonetica sia corretta, che la pronuncia sia giusta e che si capisca il significato di quello che si sta cantando. Un performer, infatti, deve riuscire anche a trasmettere le emozioni legate al testo che sta interpretando”.

Il Teatro dei 99, con la collaborazione didattica e artistica della Bernstein School, del Conservatorio “Casella” e della English School of L’Aquila, offrirà un percorso che prevede varie fasce di età per i cosiddetti Corsi pre-accademici, propedeutici ai corsi accademici Afam (corso triennale di Laurea): Musical Theater Junior dai 6 ai 10 anni, Musical Theater Teen dai 11 ai 14 anni, Musical Theater Ragazzi dai 15 ai 18 anni.

Inoltre, è previsto un corso di Musical Off, senza limiti di età, per coloro che vorranno avvicinarsi a questa nuova figura artistica.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022