ALLO STRANO FILM FESTIVAL PELLICOLE DEDICATE AL TEMA DELLA TERRA E VISITE ALLA VALLE DEL TIRINO


CAPESTRANO – StranoFilmFestival, il primo festival dedicato al tema della “terra” ritorna a Capestrano (L’Aquila), il 25, 26 e 27 agosto. Strano per la sua quarta edizione ha elaborato un viaggio nel tempo con un dialogo costante tra passato e futuro.

Il Festival propone film a ingresso gratuito nella Piazza del castello Piccolomini e quest’anno si arricchisce anche di esperienze in realtà virtuale e di un percorso di realtà aumentata che farà apparire nel territorio elementi invisibili a occhio nudo.

“We are the future ancestors. Siamo noi gli antenati delle persone che in futuro vivranno su queste terre!” come racconta il direttore artistico Gianluca Fratantonio, questo è il filo rosso che lega le diverse proposte del Festival. Strano vuole proiettare il meglio dei valori antichissimi e imprescindibili del territorio della valle in un futuro lontano, ritrovare una direzione che sembra essere ad oggi poco chiara.

“Il gruppo di statue ritrovato insieme al Guerriero di Capestrano e il patrimonio archeologico della valle del Tirino ci raccontano come vissero migliaia di anni fa i nostri antenati. Una vita estremamente diversa dalla nostra fu ospitata su queste medesime terre”, continua il direttore.

Strano pone a tutti questa domanda: “Se potessimo inviare dei messaggi a chi verrà dopo di noi quali sarebbero?”.

Una “Time Capsule”, capsula del tempo raccoglierà le testimonianze che i festivalieri e i capestranesi vorranno inviare nel futuro. Una scatola che consegnerà a chi verrà dopo di noi i pensieri chi vive qui adesso. La capsula del tempo sarà sigillata alla fine del Festival e riaperta tra 100 anni. Strano ringrazia il Comune di Capestrano e la Pro Loco per la collaborazione a questo progetto strettamente legato alla comunità che rende vitale questa terra.

Nei giorni del festival, la Valle del Tirino sarà animata da eventi e attività alla scoperta del territorio, i palazzi, le chiese, i centri storici e percorsi a piedi tra i campi. Strano propone un’attività chiamata Patate e Guerrieri tra i campi del Progetto agricolo sperimentale alla scoperta dei tesori della Valle, Back to the Future una ricerca sulla trasmissione dei saperi legati alla terra, Pulse, una performance multidisciplinare in un luogo strettamente legato alle antichissime tradizioni locali.

“Ci siamo lasciati due anni fa prima che iniziasse la Pandemia. Questa pausa involontaria ci ha dato il tempo di riflettere e rinnovarci” dice Gianluca Fratantonio, “per noi era importante continuare, trasformandoci e accogliendo nuove risorse e nuove persone”.

Una squadra poliedrica è infatti quella di Strano composta da Gianluca Fratantonio, dalla regista milanese Maria Giovanna Cicciari, la coreografa Elisabetta Consonni, l’architetto Andrea Rosicarelli di Punto Studio, la produttrice Katya Panova, Giada Gagliardi, il performer Kevin Skelton che si apre a tutte le espressioni culturali pur restando sempre fedele al legame con il territorio e ai suoi abitanti.

Il programma completo disponibile su stranofilmfestival.com.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022