ANCHE IL RAPPORTO TRA CIBO E CULTURA AI “MERCOLEDÌ” DELL’UNIVERSITÀ DELL’AQUILA


L’AQUILA – Mercoledì 15 gennaio alle ore 18,15 prenderà avvio la stagione invernale dei Mercoledì della cultura dell’Università dell’Aquila.

La divulgazione presso i cittadini del sapere e dei risultati della ricerca è un momento importante dell’attività universitaria.

Per dare una nuova opportunità affinché la cittadinanza possa incontrare e dialogare con studiosi e ricercatori, l’Ateneo propone I mercoledì della cultura, presso l’osteria “Pantasima” (Via Garibaldi 55).

A partire dalla formula del caffè culturale, s’illustreranno in forma divulgativa questioni, opere e idee legate alla ricerca universitaria; inoltre si racconteranno recenti eventi, scoperte, premi internazionali nei vari settori della cultura umanistica, scientifica e tecnologica.

L’auspicio – si legge in una nota dell’Università – è di mettere al centro la cultura e la sua produzione in un linguaggio semplice ma non semplicistico, in un’atmosfera conviviale.

La dodicesima stagione dei Mercoledì della Cultura, nell’inverno 2020, vedrà gli interventi di Angelo Vulpiani, fisico teorico all’Università La Sapienza di Roma, sulle difficoltà delle predizioni in ambito scientifico (15 gennaio), Natalia Macro, esperta di indagini chimiche sui Beni Culturali all’Università dell’Aquila, sulla plastica negli oggetti d’arte (12 febbraio); Ermenegildo Bottiglione, sommelier, e Antonio Di Giulio, biochimico all’Università dell’Aquila, sul rapporto tra cibo e cultura (11 marzo).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.