ARTE CONTEMPORANEA, AD ARZACHENA LE OPERE DELL’AQUILANA EMANUELA GIACCO


L’AQUILA – Nella magica cornice di Poltu Quatu ad Arzachena (Sassari) l’arte è in mostra con “Alla ricerca di instabili equilibri” di Emanuela Giacco a cura di Sabrina La Leggia.

L’artista aquilana dopo aver vinto la quarta edizione di “Le quai des Artistes” di Porto Rotondo, evento fortemente voluto da Luigi Doná dalle Rose, continua il suo percorso espositivo in Costa Smeralda con questa mostra all’insegna del “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”.

Questa la legge che individuò Lavoisier, lo scienziato che nel ‘700 fu iniziatore della chimica moderna. Le opere dell’artista Emanuela Giacco fanno pensare a un’evoluzione poetica di questa regola scientifica. Il punto è la fusione tra il mondo spirituale e quello fisico, fra umano e virtuale, fra i corpi raccontati dell’artista e lo spazio nel tempo.

In questa mostra – si legge in una nota – Emanuela osserva un universo contemporaneo in cui la connessione fra esseri umani è talmente stretta da rendere difficile la loro libertà. Corpi in costante metamorfosi, sono intrappolati da corde strette, alla ricerca impossibile di “instabili equilibri”.

L’intera mostra è una narrazione sulla genesi e l’evoluzione dell’essere umano. Fra le più interessanti artiste della sua generazione, Emanuela Giacco lavora con lucidità e senso critico a un’indagine su tematiche universali legate agli effetti psicologici dei rapporti umani. Il tema è esattamente questo, l’umana fragilità e Emanuela lo mette in opera sotto i nostri occhi coinvolgendoci immediatamente.

La mostra è promossa dalla Associazione culturale “Not to Be” in collaborazione con il Grand Hotel Poltu Quatu che la ospita presso la sua prestigiosa sala congressi.

Presentata da Sabrina La Leggia, sarà inaugurata oggi alle 19,00 e resterà aperta fino al 15 agosto.

Per informazioni e appuntamenti contattare il numero 328-4638489.

Aquilana classe 1983, Emanuela Giacco vive tra Roma e Salerno, mostra la sua propensione all’arte pittorica sin dall’infanzia. Si laurea in ingegneria e dopo un lungo conflitto interiore si dedica completamente alla pittura.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.