CAROLINA EYCK ALL’AQUILA PER I CENTO ANNI DEL THEREMIN, WORKSHOP E CONCERTO CON “PAESAGGI SONORI”

foto Ananda Costa Gold_Theremin

L’AQUILA – Carolina Eyck a L’Aquila per i 100 anni del theremin, strumento musicale elettronico, il più antico conosciuto che non preveda il contatto fisico dell’esecutore con lo strumento.

L’artista tedesca ospite della rassegna Paesaggi Sonori per un workshop e un concerto mercoledì 27 novembre all’auditorium del Conservatorio “Alfredo Casella”.

Carolina Eyck è considerata una delle più virtuose ed apprezzate interpreti del theremin nel mondo e questo evento coincide non a caso con la ricorrenza del centenario dall’invenzione di questo particolare strumento.

Il theremin infatti venne inventato nel 1919 dal fisico sovietico Leon Theremin. Prima di allora non si era mai visto uno strumento funzionare senza essere toccato. L’esecutore, muovendo le mani nell’aria, crea suoni grazie ad un rapporto di prossimità fisica e controlla volume e altezza della nota avvicinando o allontanando le mani dalle antenne.

Il suo funzionamento si basa su due generatori di frequenza costituiti ciascuno da un triodo, una bobina e un condensatore; le due frequenze prodotte si trovano al di fuori dello spettro dell’udibile e ciò che l’ascoltatore può percepire è una terza onda frutto del principio di battimento.

Per scoprire i segreti del theremin insieme a Carolina Eyck, la mattina di mercoledì 27 novembre ci sarà un workshop aperto a tutti coloro, principianti e non, che vogliano approfondire la conoscenza dello strumento e che siano curiosi di provarlo a suonare sotto la sua guida, mentre nel pomeriggio ci sarà un concerto “Theremin & Voice” dove l’artista utilizzerà un sistema audio surround che avvolge l’ascoltatore con sei fonti sonore.

Loop e cori, sviluppati in tempo reale sul palco, viaggiano nella stanza in sincronia con i movimenti della sua performance tanto da sembrare quasi una danza. Voce e theremin spesso si fondono in modo simbiotico tanto da non essere più distinti l’uno dall’altro. La voce dà al theremin qualcosa di umano, il theremin alla voce qualcosa di inaccessibile.

Workshop in lingua inglese alle ore 11,00 (durata 75 minuti circa). Il corso è aperto a tutti, principianti e non; non sarà necessario portare il proprio strumento. Iscrizione obbligatoria via email a paesaggisonori.abruzzo@gmail.com.

Live performance Carolina Eyck “Theremin & Voice” alle ore 18,00.

Workshop + Concerto 15 euro, solo concerto 8 euro (under 26 5 euro). Ingresso gratuito per gli studenti del Conservatorio.

Lo spettacolo si presenta come un’esperienza unica ed imperdibile impreziosita anche dall’eccellente acustica del luogo in cui si svolgerà, la Paper Concert Hall dell’architetto giapponese Shigeru Ban, meglio conosciuta a L’Aquila come Temporary Concert Hall, l’Auditorium del Conservatorio “Alfredo Casella”.

Un esempio di architettura di particolare interesse non solo per la sua capacità di inserirsi con discrezione ed eleganza nel contesto paesaggistico circostante, senza invaderlo o alterarlo, ma anche per i materiali scelti per realizzarla che ne fanno un edificio a spiccato carattere ecosostenibile.

La sua realizzazione è stata un’operazione culturale ma soprattutto un’espressione di solidarietà fra i popoli. Il governo giapponese ne propose infatti la realizzazione immediatamente dopo il sisma che colpì la città nel 2009, ad attestare la sua vicinanza ai cittadini aquilani e la volontà di dare un contributo concreto alla ricostruzione materiale e alla rinascita morale dell’Aquila.

Vale la pena ricordare che l’opera ha visto la luce anche grazie al fondamentale ruolo dei giovani studenti universitari dell’Aquila, in collaborazione con quelli dell’università giapponese di Keio e dell’università di Harvard.

L’evento è organizzato da Paesaggi Sonori e Acs Abruzzo Circuito Spettacolo in collaborazione con il Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio Statale di Musica Casella dell’Aquila e con il contributo del programma Restart (fondi pubblici per la ripresa socio-culturale post-terremoto) del Comune dell’Aquila.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021