DANZA, LA RASSEGNA “I CENTO PASSI” OSPITA LA COMPAGNIA BALLETTO DEL SUD


L’AQUILA – Sold out e tanto entusiasmo all’Aquila per il secondo appuntamento del Festival Danza “I Cento Passi” che ha ospitato la Compagnia Nuovo Balletto Classico. Ospite d’eccezione l’étoile internazionale Liliana Cosi che ha emozionato il pubblico con la sua testimonianza sul senso e il valore dell’essere artisti specialmente oggi.

La compagnia, fondata da Liliana Cosi e Marinel Stefanescu, oggi Nuovo Balletto Classico, ha eseguito un programma d’eccezione cha ha spaziato dal repertorio della danza classica, ad una rivisitazione di alcuni tanghi di Astor Piazzolla, alla danza contemporanea che ha raccontato storie di profughi, per tornare e concludere con il repertorio classico e lo splendido passo a due del secondo atto del Lago dei cigni.

Oggi (mercoledì 4 agosto) alle 21,30 sarà ospite del Festival la prestigiosa compagnia Balletto del Sud, di Fredy Franzutti che presenterà lo spettacolo “La luna dei Borboni”. Lo spettacolo, ispirato all’omonima poesia di Vittorio Bodini, inscena le atmosfere evocative dell’area mediterranea raccontata dal poeta.

Il Sud è per Bodini – e per lo spettacolo – un’originale “invenzione”, che parte da una precisa realtà storica e geografica, con tutti i problemi di natura sociale ed economica, e si elabora in una reinvenzione fantastica. La situazione è sognante e rilassata come il ricordo della festa del santo nella piazzetta del quartiere, dove eravamo ancora tutti assieme, tutti vivi. “La luna dei Borboni” muta il luogo della sofferenza in una parentesi di rilassatezza.

Fredy Franzutti mette in scena bravissimi interpreti , creando un paesaggio di anime i cui movimenti disegnano una geografia interiore in un luogo senza tempo, eppure riconoscibile in un Sud arcaico e inviolato, animato da una festosa malinconia sognante. Il coreografo usa un linguaggio personale e utilizza come elementi ispirativi le pertinenze territoriali con il Sud, inteso come appartenenza alla Magna Grecia, rapporto con i popoli del mare, come utilizzo della matrice popolare.

Nel finale anche Pantaleone parte per l’Argentina dove creerà la sua famiglia, suo figlio Vicente e poi suo nipote Astor al quale regalera? la sua fisarmonica portata dalla Puglia…ma questa e? un’altra storia.

Per prenotazioni I-Ticket, contatti al numero 333-7248644.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021