“DONNE LUCE”, A OFENA LA PRESENTAZIONE DELLA DOCUSERIE DI MACRINA BINOTTI


OFENA – L’anima femminile compie viaggi incredibili. Nel suo andare, a volte, quando l’energia è spinta dalla volontà di scambio e senso di comunità, anche vivendo in realtà lontane e solo apparentemente differenti, ne incontra altre che stanno percorrendo un cammino simile e si riconoscono.

Proprio dall’incontro di tre donne, nasce il desiderio di condividere, nel territorio della Valle del Tirino, la docuserie che celebra il risveglio del femminile, Donne Luce, da un’idea della regista Macrina Binotti, e che ha realizzato insieme al co-produttore e direttore della fotografia Mario Liguigli.

Il progetto, che si articola in puntate da 20 minuti l’una – appartenenti a saghe da 60 – racconta come alcune donne abbiano sentito, ad un certo punto, di compiere una scelta. Trovandosi difronte ad uno sliding doors, hanno dovuto decidere in quale direzione andare, di scegliere tra il buio e la luce, appunto.

Ad accogliere positivamente il progetto della regista, le altre due donne che, già da tempo, hanno cambiato il loro modo di vivere trasferendosi in due piccoli borghi, Capestrano ed Ofena, preferendo dunque, la modalità “slow” e la luce, in tutto quello che fanno. Simonetta Caruso, presidente di Maks, un’associazione culturale nata nel lontano 1997 a L’Aquila e già sostenitrice dello Strano Film Festival, Catherine De Zagon, chef di cucina naturale/stagionale e naturopata, specializzata nel rafforzamento del sistema immunitario, intendono promuovere, in questo angolo di terra d’Abruzzo, il lavoro straordinario di Macrina Binotti.

Come dice la regista in una nota, “questo risveglio femminile, ammorbidisce e cura. Cerca la sorellanza e ricorda l’importanza che ognuno/a di noi ha su questa terra, e che, riscoprendosi, si apre nel maschile e anche al maschile, su altri piani, in un incontro morbido e infinito”.

La proiezione delle prime due puntate della docuserie è in programma domenica prossima, 17 ottobre alle ore 17 ospiti nella Villa Orsatti di Catherine De Zagon, ad Ofena.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021