GIORNALISTA E SCRITTRICE AQUILANA NELL’ANTOLOGIA “OLTRE IL SILENZIO”


L’AQUILA – La giornalista e scrittrice aquilana Monica Pelliccione, nell’antologia Oltre il silenzio: la parola al tempo della pandemia, edita dall’associazione Irdidestinazionearte.

L’antologia, curata dal critico letterario Massimo Pasqualone, sarà presentata a settembre al festival della letteratura neorealista delle Canarie, ad ottobre al premio Adriatico e a dicembre nell’ambito del premio internazionale “Ut pictura poesis”.

Pelliccione è stata selezionata dal comitato scientifico con il saggio “E tornerà la vita”, una narrazione della fragilità umana, messa a dura prova dalla pandemia, “in quel pertugio tra cuore e amina che stilla gocce di paura”, per ritrovarsi, “fulgda bellezza, che attende l’anelato domani”.

Storica firma del quotidiano Il Centro, Pelliccione ha pubblicato diversi libri: L’Aquila e il polo elettronico (2005), Nel nome di Celestino- Una nuova luce per L’Aquila (2009), San Pietro della Jenca (2013), Storie di donne (2019, L’Aquila – Le 100 Meraviglie +1 (2019) e Pastori d’Abruzzo (2019).

Nel 2018 ha vinto il premio “Racconti Abruzzo e Molise” e il premio nazionale “Agape” per la cultura. Nel 2019 le sono stati conferiti il premio “Donna” per il giornalismo e la letteratura, il “Rotary international Agape Caffé letterari d’Italia e d’Europa” per la saggistica e il riconoscimento internazionale “Il giardino letterario”.

Menzione d’onore della giuria al concorso internazionale “Ut pictura poesis”, ha ricevuto il premio “Decennale L’Aquila 2009-2019” per la letteratura, lo “Ziré d’oro” come personaggio dell’anno per la cultura, nel 2019, il premio internazionale “Adriatico, un mare che unisce” per il giornalismo e, a febbraio scorso, il premio “Margherita d’Austria” per la saggistica.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.