GLIUBICH, ALL’AQUILA LA PRIMA ASTA DI ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA


L’AQUILA – Torna a far parlare di sé la Casa d’Aste di Gianluca Gliubich. Dopo il grande riscontro di pubblico della mostra “L’Aquila Svelata”, allestita a L’Aquila presso Palazzo Cipolloni-Cannella sede della Casa d’Aste, dove è stato possibile ammirare opere significative e per la maggior parte inedite di pittura e scultura risalenti a un periodo che va dall’Ottocento ai giorni nostri, è ora la volta della prima asta di arte moderna e contemporanea.

Mercoledì 27 ottobre, a partire dalle ore 15, saranno battuti circa 190 lotti tra i quali spiccano autori di respiro nazionale e internazionale, quali Accardi, Balla, Calzolari, Cassinari, Fontana, Gilardi, Magnelli, Manzù, Perilli, Rosai e Schifano.

Insomma – si legge in una nota – un’asta di arte moderna e contemporanea che si presenta come una vera immersione nel mare della cultura e dell’arte in centro città. A suggellare questo ulteriore evento, auspicandone il successo, è intenzione della Casa d’Aste destinare un contributo per il restauro di uno dei simboli della Processione del Venerdì Santo della città dell’Aquila danneggiato dal sisma del 2009.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021