I CALABRESI OTELLO PROFAZIO E PEPPE VOLTARELLI CHIUDONO LA RASSEGNA CON DEGUSTAZIONI DELLA “BARATTELLI”


L’AQUILA – Si avvia alla conclusione la rassegna “Duo. Nuove musiche da tradizioni antiche”, promossa dalla Società Aquilana dei Concerti “Bonaventura Barattelli”, nell’ambito del Progetto Speciale del Ministero della Cultura, in collaborazione con Squilibri editore.

Tre giorni dedicati alla tradizione musicale reinterpretata, riscoperta, rinnovata con idee e proposte originali, esplorando le tante possibilità della particolare formazione in Duo.

L’ultimo appuntamento è in programma domenica 18 settembre, con inizio alle ore 18, presso il cortile di Palazzo di Paola su Corso Vittorio Emanuele II (in caso di maltempo Auditorium del Parco) con Otello Profazio e Peppe Voltarelli, legati indissolubilmente alla loro Calabria, ma forti anche di una fama che ha da tempo varcato i confini nazionali.

Quasi a volerne raccogliere l’eredità, l’uno ha dedicato all’altro un omaggio con un CD, Voltarelli canta Profazio, premiato con la Targa Tenco come miglior interprete. Tutt’altro che rassegnato a passare il testimone, l’altro ha vinto nello stesso anno il Premio Tenco alla carriera e, a sessantacinque anni dall’esordio, ha da poco pubblicato un nuovo disco di brani inediti.

Voltarelli è un ottimo cantautore ed interprete, Profazio è una leggenda del folk italiano. In comune hanno: la data di nascita, il 26 dicembre anche se ad oltre trent’anni di distanza, la terra d’origine, la Calabria, oltre che la straordinaria capacità di reggere la scena; uno spettacolo dove musiche e parole, canti e racconti si annodano con ironia alla rappresentazione dolente del sud Italia.

Cantore delle tante disillusioni vissute dalla sua gente, Otello Profazio è posto fin dall’inizio della sua carriera al confine tra tradizione e modernità, per prendere dall’una motivi e suggestioni da far rivivere nell’altra, nel personalissimo equilibrio tematico ed espressivo che da sempre caratterizza la sua rivisitazione dei patrimoni popolari. Una storia amplificata da Peppe Voltarelli e dalla sua voce espressiva e ricca di sfumature, secondo l’indole di un artista poliedrico, scrittore, interprete, compositore e attore.

A L’Aquila Voltarelli interpreterà anche alcuni dei brani del suo ultimo, fortunato album, Planetario, per il quale ha conquistato la terza Targa Tenco della sua carriera: un’incursione nel cuore della grande canzone internazionale, da Leo Ferrè a Bob Dylan, con alcuni emozionati duetti con altri giganti, da Adriana Varela a Joan Manuel Serrat. Allo stesso modo Profazio presenterà alcuni dei brani raccolti nel suo ultimo lavoro, La storia, che riprende, amplifica ed esalta una vivida narrazione lunga diversi decenni.

Anche questo evento sarà coronato da una degustazione enologica a cura dell’Ais Associazione Italiana Sommelier. Ingresso 5 euro (concerto e degustazione) ed è possibile prenotare al numero 328-6765097.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022