“IL RESPIRO DELLA MONTAGNA” PER L’OTTOCENTENARIO DELLA MORTE DI SAN FRANCO D’ASSERGI


L’AQUILA – Nell’ambito del progetto “Ottocentenario della morte di San Franco di Assergi – 1220/30–2020”, proposto dall’Associazione Assergi: cultura, memoria e montagna, giovedì prossimo, 13 agosto, alle ore 21,00 nella chiesa Santa Maria Assunta di Assergi (L’Aquila) ci sarà la prima presentazione di Il respiro della montagna – quadri di racconto, musica e canto.

Da una prima ideazione di Gianfranco Totani, è nato un testo, autori Ivana Fiordigigli e lo stesso Totani, poi impreziosito da musiche originali composte da Andrei O. Popescu. Viene interpretato dalla esecuzione del Complesso cameristico Deltensemble e dalle voci recitanti di Chiara Merlini, Marzia Masiello e Francesco Baroni.

Il testo scorre in maniera semplice e lineare, ma in realtà è articolato e composito, alternando le due diverse tematiche che lo compongono: la straordinaria esperienza umana e religiosa di un monaco eremita del lontano 1200 sui monti del Gran Sasso, in mezzo a una natura incontaminata anche se selvatica; la realtà ambientale odierna e annessi rischi e problemi. Si alternano anche diverse modalità interpretative e formali, a volte si sovrappongono e si fondono.

Racconto, musica e canto per offrire diverse sfaccettature delle tematiche trattate, ma anche invitare a diverse modalità di fruizione e riflessione, per orientarsi verso un futuro di speranza e di costruzione, giorno per giorno, di una nuova realtà. Il tutto anche nel quadro di una rivalutazione del territorio montano.

Si chiede ai partecipanti di usare mascherine e rispettare le regole di distanziamento. Per chi accede ai locali della chiesa sarà usato il rilevatore della temperatura corporea.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.