IL RESTAURO DEI SANTI PATRONI DEL BEDESCHINI COME METAFORA DELLA RINASCITA DELL’AQUILA


L’AQUILA – Sono quattro i santi protettori del Bedeschini, San Massimo, San Bernardino, Sant’Equizio, San Pietro Celestino. Hanno fra le mani vedute parziali dell’Aquila, per ciascuno dei quartieri storici, rara “fotografia” di un’altra epoca, prima del 1613, tanto preziosa da permettere di individuare nelle mani di Sant’Equizio la monumentale Porta Barete, al centro di un ampio dibattito post-sisma sul suo ripristino originario. Ma non solo.

San Pietro Celestino sostiene la città vista dalla Basilica di Collemaggio, in alto spunta San Bernardino, e ancora Porta Bazzano, e poi gli altri santi, le altre vedute, con i luoghi sacri o i percorsi legati ai rispettivi culti.

Premessa, questa, dovuta per capire l’importanza del restauro di Valentina White dei quattro dipinti che vanno oltre una bella pagina di arte e restauro e mappano fortemente, invece, un momento identitario di una comunità, metafora di rinascita cittadina.

L’incontro di giovedì 5 dicembre al Museo nazionale d’Abruzzo (Munda) dell’Aquila, alle ore 17,30, ad entrata gratuita, sarà occasione per ripercorrere, attraverso il restauro, la fortuna critica del modello introdotto dal Bedeschini, riproposto nel corso dei secoli successivi in diverse serie, non sempre di analoga qualità artistica.

Si vedrà come la qualità del fare artistico, la scelta dei materiali, le vicende conservative di un dipinto e la cura ad esso tributata nel tempo, incidano fortemente sulla conservazione di un’opera d’arte e impongano, come in questo caso, interventi di restauro più complessi, radicali e onerosi.

L’incontro è il VII del ciclo “Vive l’Arte a L’Aquila” organizzato dal Polo Museale dell’Abruzzo diretto da Lucia Arbace in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Aquila. Seguirà, per chi volesse, una cena di tre portate, al costo di 20 € bevande incluse, presso il ristorante “Le origini” alle 99 cannelle con ricette della cultura gastronomica contadina.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

12 dicembre 2019 – Il restauro del San Girolamo di cartapesta di Pompeo Cesura – dott. Umberto Maggio

19 dicembre 2019 – Il restauro di un badalone ligneo quattrocentesco – dott.ssa Norma Carnicelli