JAZZ PER LE TERRE DEL SISMA, LA CRAZY DIXIE BAND UNICO GRUPPO AQUILANO A ESIBIRSI RISCUOTE COMPLIMENTI


L’AQUILA – Ha ricevuto le congratulazioni di una dei membri della direzione artistica, Ada Montellanico, l’esibizione della Crazy Dixie Band al recente Jazz Italiano per le terre del sisma che si è tenuto all’Aquila lo scorso fine settimana.

L’unico gruppo aquilano presente in rassegna ha aperto l’edizione di quest’anno, denominata dalla direzione artistica “l’edizione del coraggio”, alla Fontana delle 99 Cannelle, proponendo un repertorio ispirato alle celebri funeral and parade band tipiche della New Orleans dei primi anni ’20.

La Crazy DIxie Band ha un percorso artistico alle spalle fatto di concerti in manifestazioni prestigiose.

Oltre che all’Aquila, al Jazz italiano per le terre del sisma, si è esibita infatti al Roma Jazz Festival (Casa del Jazz, Roma), al Caput Mundi International Burlesque Award (Roma), al Booper Fest (Tolfa-Roma), al Ladispoli Vintage (Roma), al Swing on the Beach (Pescara), alla Fim, la Fiera Internazionale della Musica (Genova). Vanta inoltre collaborazioni con la Società Concerti Barattelli L’Aquila, con il Tsa, con l’Officina Musicale, Brucaliffo. Ha collaborato con progetti del Gran Sasso Science Institute e dell’Università dell’Aquila.

La Crazy Dixie Band è composta da Antonio Marinelli (sax soprano e arrangiamenti), Giulio Filippetti (tromba), Giorgio Filippetti (trombone), Andrea Marinelli (basso tuba), Angelo Bernardi (banjo), Davide Russo (rullante), Mattia Marrone (grancassa).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.