L’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DELL’AQUILA SI PREPARA A RIPRENDERE ATTIVITÀ IN PRESENZA


L’AQUILA – L’Accademia di Belle Arti dell’Aquila si prepara e ripartire in presenza, secondo le modalità previste dal Governo, dal primo febbraio prossimo e illustra i programmi e le attività che saranno portate avanti in questo anno accademico 2020 – 2021.

Conferenza stampa questa mattina presso la sede all’Aquila del neo presidente Rinaldo Tordera e della neo direttrice Maria D’Alesio che hanno sottolineato subito l’importanza del ritorno in classe e nei laboratori soprattutto per gli studenti laureandi, che hanno la necessità di concludere le loro tesi, e per gli iscritti al primo anno.

Al riguardo, proprio le iscrizioni sono aumentate, nonostante le difficoltà imposte dalla emergenza sanitari sin corso, la portando il numero degli iscritti a 350 con 130 matricole. Per quanto riguarda la scelta dei corsi, quelli di fotografia, fumetto e grafica d’arte sono stati tra i più gettonati.

Da qui la necessità di tornare quanto prima possibile in aula, nel rispetto di tutte le regole di sicurezza e situazione contagi da Covid 19 permettendo, per riavviare una normalità che vedrà l’Accademia di Belle Arti riorganizzare la didattica sia in presenza che a distanza.

Accanto a questo, si sta lavorando anche ad iniziative diverse per implementare l’offerta formativa tradizionale; tra quelle che inizieranno proprio nel prossimo mese di febbraio in modalità on line: le Lezioni Live. Veri e propri appuntamenti di approfondimento settimanali tenuti dai docenti dell’Accademia e aperti ad un pubblico più generale.

Ci sono poi idee e progetti in itinere che riguarderanno giornate di studi, come quella dedicata alla figura di Giorgio De Marchis Bonanni d’Ocre da realizzare in collaborazione con l’omonima fondazione. Sarà potenziato il lavoro che riguarda l’orientamento e la comunicazione con l’obiettivo di aumentare le iscrizioni e sarà rafforzato l’aspetto delle convenzioni con altri enti ed istituzioni pubbliche e private del territorio. In questo senso oltre alle collaborazioni già in atto si lavorerà per attuare una rete di sinergie con l’Università, il Gssi, il Tsa e con alcune Associazioni come l’Accademia Medica. Si inizierà a lavorare anche sulla ricerca perché da questo anno anche le accademie di belle arti, oltre alle università, potranno partecipare ai bandi ministeriali per finanziare i progetti di ricerca.

Intanto il primo appuntamento rivolto anche a tutta la comunità è stato già organizzato, in modalità on line, per il 27 gennaio prossimo Giornata della Memoria. Si tratta di un seminario tenuto dal restauratore Matteo Rossi Doria che illustrerà il restauro del memoriale del blocco 21 del campo di Auschwitz-Birkenau.

“Ci poniamo obiettivi ambiziosi e qualificanti – ha detto Tordera – a partire dall’aumento del numero degli iscritti e dall’aggiornamento della proposta didattica per proporre una formazione che, forte degli insegnamenti tradizionali, sappia trovare forme di studio e di specializzazione che siano valide proposte per studenti che desiderano innovare e trovare nuove strade. Il valore aggiunto è quello di poter studiare in una città come L’ Aquila dove già vivono realtà affermate e riconosciute come l’ Università e il Gssi. Trovare sinergie, approfondire e scoprire strade nuove sarà l’obiettivo primario che ci guiderà, nella consapevolezza di avere un corpo docente di primo livello e studenti che sanno di far parte di un gruppo coeso e propositivo”.

“L’Accademia di Belle Arti ha da sempre posto al centro le esigenze degli studenti, più che mai in questo anno così difficile – ha aggiunto Maria D’Alesio – . Abbiamo, infatti, attivato nuove iniziative come l’istituzione di Borse di Studio proprie e numerosi contratti di collaborazione con gli studenti; ampliando al contempo l’offerta di stage e tirocini in collaborazione con le realtà produttive della regione. A tutto questo si aggiunge il grande lavoro per il miglioramento e l’adeguamento dell’offerta formativa affinché risponda i n pieno alle mutate esigenze della società contemporanea”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021