LUDOVICO EINAUDI SUL LAGO DI CAMPOTOSTO: “QUESTO POSTO È DAVVERO UNICO”


CAMPOTOSTO – Parole poche, solo musica, sciabordio delle onde e il vento che ha accompagnato ogni nota, nessun ostacolo a che il Lago di Campotosto divenisse di nuovo teatro di una magica esperienza.

Ludovico Einaudi ieri sul Lago di Campotosto ha saputo intrecciare le emozioni per creare una magica bolla di benessere per i mille seduti sulla riva del lago, in silenzio, immersi in una bellezza sinestetica unica e irripetibile “In questo tour siamo partiti dal nord per scendere pian piano verso sud, suonando in tutti luoghi bellissimi, ma questo è veramente unico. Sarà difficile tornare nei teatri, dopo aver suonato in questi posti dove si mescola tutto, la musica insieme alla natura, al tramonto, a questo vento che ci accompagna. Basta coi teatri viva questi posti.”

Si tratta di uno dei grandi appuntamenti di Abruzzo dal Vivo, ed è il concerto–esperienza che ha cambiato la percezione di un luogo, di un paesaggio, di un territorio, donando alle rive del magnifico lago la magia dell’arte.

“Ancora una volta questo lago diventa co-protagonista di un evento unico” dice in una nota il sindaco di Campotosto Luigi Cannavicci, “una vetrina importante per un territorio con tante criticità e tanta bellezza”

Il concerto è uno degli eventi di Abruzzo dal Vivo 2021, finanziato dalla Direzione Generale Spettacolo del Ministero della Cultura attraverso la Regione Abruzzo per il rilancio dei comuni rientranti nel cratere sismico 2016/2017.

“Si tratta di eventi in cui l’organizzazione puntuale permette la piena riuscita della manifestazione che si è svolta in piena sicurezza”, dice l’assessore regionale al Turismo Daniele D’Amario. “Ludovico Einaudi è poi un artista di prima grandezza che ha richiamato intere famiglie ed è per noi un onore averlo avuto nel suo tour anche in Abruzzo. Dopo serate come questa cresce la voglia di replicare iniziative simili”.

Il festival è realizzato dai 23 Comuni del cratere sismico abruzzese con Crognaleto (Teramo) capofila.

“Abbiamo di nuovo vinto la scommessa”, dice il sindaco Giuseppe D’Alonzo, “e non era facile replicare il successo di Bollani, ma ancora una volta ha vinto l’arte abbinata al territorio per una promozione turistica che non ha eguali, tanto che si sta pensando a un cartellone estivo di concerti sul lago che lo rendano simbolo e pulcro della musica in natura. E stata una serata di rara bellezza e in armonia con l’ambiente, c’erano persino i coregoni venuti a pelo d’acqua a sentire le note del maestro”.

Angelo Guastadisegni responsabile Enel Green power area Centro Sud Hydro: “Enel Green power è da sempre al fianco del territorio e della collettività. Siamo estremamente soddisfatti di avere contributo al successo di questo concerto che si è svolto in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente sul lago di Campotosto, invaso gestito dalla nostra società”.

L’organizzazione ringrazia altresì la Fondazione Tercas , la Camera di Commercio l’Aquila e Teramo, Il Bim, l’Enel, il Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e la Provincia Di Teramo che sostengono il Festival Abruzzo dal Vivo.

LE FOTO (di Francesco Patocchiola)

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021