MARGHERITA D’AUSTRIA, A MONTEREALE SI RIEVOCA LA NASCITA


MONTEREALE – Cinque secoli fa, il 5 luglio 1522, nasceva nelle Fiandre, un personaggio femminile di particolare rilievo nelle vicende e nella politica italiana ed europea: “Madama” Margarita d’Austria.

Nel 1569 Margarita, tornando dai Paesi Bassi, si ritirò nel Suo “Stato” d’Abruzzo, nei feudi che in parte provenivano dal matrimonio con Alessandro de’ Medici e che in parte aveva già acquistato, ampliandoli poi dal 1570 al 1583. Lo “Stato” si estendeva a macchia di leopardo e comprendeva, nel periodo di massima espansione, Ortona, L’Aquila, Penne, Campli, Cittaducale, Leonessa, Montereale e Castel Madama dove fu benevola Signora. Proprio nell’anno 1569 la Duchessa, proveniente da L’Aquila, fece tappa in quel di Montereale, località questa ricadente tra le dipendenze del Regno di Napoli e avente grande rilievo economico. Madama Margarita ebbe occasione più volte di far sosta a Montereale; anche nel settembre del 1569, come attesta il Capitano De Marchi, sempre fedelissimo al suo seguito, nel dare notizia dell’imminente arrivo del duca Ottavio.

In occasione dei 500 anni dalla nascita di Madama Margarita d’Austria, domenica 21 agosto, a Montereale (L’Aquila) si terrà l’ottava edizione della rievocazione storica.

L’evento è organizzato dal Comune di Montereale unitamente alle associazioni del territorio “Uomini e Cavalli”, Pro Loco di Montereale e Pro Loco di Ville di Fano, con il gratuito patrocinio della Deputazione di Storia Patria degli Abruzzi.

A Montereale, ancora oggi egregio depositario delle vestigia architettoniche ed urbanistiche, oltre che di tante altre testimonianze storiche e culturali di quell’epoca lontanissima, misteriosa e coinvolgente che fu il Rinascimento, presso la sala consiliare, si terrà alle 11,00 un incontro di studio sulla figura di Margarita d’Austria, con il saluto del sindaco di Montereale Massimiliano Giorgi.

Presentato e introdotto dal giornalista e scrittore Angelo De Nicola. Interverranno Fabrizio Marinelli, professore presso l’Università dell’Aquila e presidente della Deputazione di Storia Patria negli Abruzzi e Walter Capezzali, storico della Deputazione di Storia Patria negli Abruzzi.

Alle 16,00 attraverso l’antica città di Mons Regalis si svolgerà il Corteo storico con costumi del 1500, seguito dallo spettacolo di falconieri e sbandieratori.

Nel centro di Montereale, in via Nazionale, alle 17,30 si svolgerà la rievocazione storica della Giostra degli anelli dei Quattro Quarti.

I cavalieri dei quattro quarti con le loro lance, in sella a splendidi purosangue, attenderanno il via per la conquista dell’anello. Avanti, nell’ordine prefissato dal sorteggio effettuato il giorno prima. Vincerà il Cavaliere ed il Quarto che infilzerà più anelli. La dimostrazione darà vita ad un suggestivo spettacolo, evocando le emozioni ed i misteri di un’epoca lontanissima nella quale il contado monterealese ebbe il suo massimo splendore.

Il progresso passa anche attraverso la tutela e la valorizzazione delle tradizioni storiche e culturali, ne è ben consapevole il sindaco Massimiliano Giorgi, sempre aperto alla promozione ed all’organizzazione di eventi e momenti di incontro a vantaggio della ricostruzione del tessuto sociale e della promozione del territorio, «Il modo migliore per tutelare i nostri borghi è viverli, rendendoli un’attrattiva unica, non soltanto per il turismo, ma anche per gli stessi residenti che ogni giorno, nonostante le difficoltà, scelgono di abitarli».

Alle 19,00 sarà consegnato il Palio e si svolgerà il Corteo di chiusura in piazza Plebiscito. A seguire, sempre in piazza Plebiscito, si potranno degustare specialità tipiche locali presso gli stand della 44esima Sagra dello spiedino.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022