MOZART SACRO: L’ORCHESTRA DELL’ISA DIRETTA DA SIPARI SABATO ALL’AQUILA


L’AQUILA – Dalle pagine più intime a quelle più maestose: in Mozart Sacro, il concerto dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese in programma all’Aquila nella Basilica di San Silvestro per sabato 20 novembre 2021 alle 18, c’è l’intero universo musicale che il genio di Salisburgo, Wolfgang Amadeus Mozart, dedica alla musica sacra.

Sul podio dell’Orchestra dell’Isa il direttore Jacopo Sipari di Pescasseroli. Di grande prestigio il cast di voci: il soprano Ripalta Bufo, il mezzosoprano Francesca Di Sauro e ancora, il tenore Lorenzo Martelli e il baritono Sergio Bologna. Con loro l’International Opera Choir preparato da Giovanni Mirabile.

Il concerto è realizzato in collaborazione con il Sacrum Festival che concluderà la sua programmazione per il 2021 con la replica di questo Mozart Sacro domenica 21 novembre alle 18 a Roma, nella splendida cornice della Basilica di Santa Maria in AraCoeli.

Afferma il direttore artistico dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, il violinista Ettore Pellegrino: “Siamo sempre molto lieti di accogliere l’invito del Festival Sacrum che ci offre la possibilità di partecipare a produzioni di grande valore in un luogo suggestivo come la Basilica dell’AraCoeli a Roma. Con orgoglio proponiamo questo concerto anche all’Aquila offrendolo in forma gratuita al nostro pubblico in una delle Chiese più amate e preziose della città. Ringrazio il Direttore del Festival Jacopo Sipari Di Pescasseroli che dirigerà anche l’Orchestra in questo concerto dedicato alla musica sacra di Mozart e con il quale ricorderemo le vittime delle guerre in Afghanistan” conclude Pellegrino.

Il programma prevede brani del repertorio sacro in cui, al pari degli altri generi, il genio di Mozart non manca di esprimersi in tutta la sua grandezza, sebbene il compositore vi si dedichi solo nella prima parte della sua vita componendo ben 16 messe prima dei 25 anni, nel periodo passato a Salisburgo. Solo altre due Messe, sono state composte successivamente e, benché incompiute, risultano ugualmente fondamentali e considerate il contributo più significativo di Mozart nel genere sacro.

Nel concerto verrà eseguita la Messa “dell’Incoronazione” (Krönungsmesse) K.317, senza dubbio la più famosa delle messe salisburghesi, alla quale verranno affiancate due arie tratte dalla Messa in do minore per soli, coro e orchestra K.427, una delle due ultime messe rimaste incompiute. Completano il programma i Vesperae solemnes de confessore K.339 e il celeberrimo mottetto Ave Verum Corpus K. 618, fra le composizioni più amate e commentate del genio salisburghese.

Per assistere al concerto sono disponibili i biglietti gratuiti che possono essere ritirati fino a venerdì 19 novembre presso gli uffici dell’Isa in Piazza del Teatro, al primo piano del Ridotto del Teatro Comunale, dalle ore 15 alle ore 17, fino ad esaurimento. L’ingresso al concerto sarà consentito esclusivamente ai possessori dei suddetti titoli entro le 17,45. Obbligo di green pass e mascherina. Per informazioni 0862-411102.

 

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021