“PEFEST”, AL D’ANNUNZIO LA STAGIONE PARTE CON L’ANFITRIONE DI PLAUTO


PESCARA – Prende il via domani sera, giovedì 25 luglio alle 21,15, Teatro al d’Annunzio, la ricca stagione di prosa promossa dall’Ente manifestazioni pescaresi, terza e nuova sezione del PeFest, il festival che racchiude in un unico cartellone anche lo storico Pescara Jazz e l’acrobatico Funambolika.

Fari accesi dunque, sul palco del lungomare Colombo 122, per l’Anfitrione di Plauto, una coproduzione Emp in prima nazionale. Uno spettacolo promosso in collaborazione con TeatroPer di Fausto Costantini e SiciliaTeatro di Sebastiano Lo Monaco. Posto unico 20 euro, ridotto 10.

Protagonisti saranno Debora Caprioglio e Franco Oppini con Tonino Tosto, Barbara Bovoli e la partecipazione straordinaria di Enzo Casertano. Regia di Livio Galassi.

Lo spettacolo restituisce il gioco degli equivoci, della perdita d’identità, dei doppi, degli dei che si fanno umani: Giove assumerà le sembianze di Anfitrione e Mercurio quelle del servo Sosia (emblematico il nome). Al centro una donna, Alcmena (Barbara Bovoli), sempre accompagnata dalla sua serva Bromia (Debora Caprioglio). Nel corso della rappresentazione, “la trama si complica, si contorce, si arrovella – dice in una nota il regista Galassi -. Fino al più esilarante, inestricabile, parossismo che solo il deus ex machina riuscirà felicemente a dipanare”.

Renderà tutto più suggestivo, la proiezione, su fondo bianco, di alcune ombre. A cura di SilviOmbre. Essenziale anche lascenografia, ma toccante. Musiche di Luciano Francisci. I costumi sono invece di Annalisa Di Piero. L’aiuto regia e l’organizzazione sono di Ludovica Costantini.

Previsto un abbonamento (per i nove spettacoli in programma, fino al 17 agosto) a 140 euro (primo settore) o 75 euro (secondo settore). Biglietti in vendita online su CiaoTickets e nelle tabaccherie convenzionate o nelle biglietterie del teatro. Orari: 10-13 e 17-19,30. La sera stessa dello spettacolo anche al botteghino a partire dalle 20,30. Per informazioni 393-9055578.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021