PRATI DI TIVO, ECCO IL CALENDARIO 2023 CON LE FOTO DI PINO MARROCCO SULLE ALTE VETTE DEL GRAN SASSO

calendario prati di tivo

TERAMO – Dedicato alla memoria di Tonino Marramà, uno dei principali fautori della diffusione degli sport di montagna a Prati di Tivo e nelle altre località della montagna teramana, è stato presentato oggi pomeriggio in una gremita sala della Biblioteca “Melchiorre Dèlfico” di Teramo il calendario targato Siget, progettato e realizzato dalla casa editrice teramana Ricerche&Redazioni, che ogni anno celebra la montagna più alta dell’Appennino.

Con le foto di Pino Marrocco, classe 1972, amante della montagna, dei paesaggi invernali, di tutto ciò che lo fa stare in pace con la natura lontano dal mare, il calendario “restituisce la sacralità e la naturalità della montagna, trattandola con il rispetto che merita, senza artefatti, sfruttando la forza delle foto in bianco e nero”, ha detto Dimitri Bosi, responsabile della Biblioteca.

Alla presentazione del Calendario “Prati di Tivo. Gran Sasso d’Italia” 2023, introdotta e moderata dalla giornalista Elisabetta Di Carlo, sono intervenuti anche Erminio Di Lodovico, amministratore Siget che ha regalato la prima copia al figlio di Tonino, Alessio (nella foto), e Antonio Riccioni, operatore turistico ai Prati di Tivo.

Ospite d’eccezione della serata Gino Bucci, noto come l’abruzzese fuori sede, che ha da poco pubblicato per Ricerche&Redazioni il suo primo libro Rime toscibili, che tanto successo sta riscuotendo in tutto l’Abruzzo.

Il “Prati di Tivo” è un calendario d’arte con foto in bianco e nero di veri appassionati di fotografia e di montagna che mettono a disposizione del progetto i propri scatti per pura passione.

Dopo il primo Calendario (2016) dedicato alle attività di svago all’aria aperta ai Prati di Tivo, quello “storico” (2017) con le affascinanti immagini d’epoca dei primi del Novecento, il terzo (2018) interamente dedicato allo scialpinismo, il quarto (2019) con soggetto esclusivo la “montagna” e i suoi paesaggi, il quinto (2020) con le montagne animate dalla presenza di donne e uomini che le percorrono, il sesto (2021) con le suggestive e inedite inquadrature dall’alto degli straordinari paesaggi della montagna più alta degli Appennini, il settimo (2022) dedicato agli sport praticabili ai Prati di Tivo, l’ottava edizione ha come soggetto le alte vette del Gran Sasso.

Pino Marrocco, classe 1972, è fotografo per passione da più di vent’anni e da sempre attratto dai grandi spazi montani. Il suo percorso fotografico è passato dall’analogico al digitale, per poi indirizzarsi definitivamente al bianco e nero, dopo essere rimasto folgorato dalle opere dei grandi maestri della fotografia di montagna, quali Vittorio Sella, Mario Piacenza e Ansel Adams. Nel corso degli ultimi anni, ha esposto i suoi scatti in diversi luoghi iconici del Gran Sasso e sue sono le foto di due edizioni del Calendario Siget “Prati di Tivo”. Girovagando tra i sentieri del Gran Sasso, probabilmente vi capiterà di incontrarlo in una faggeta o su uno sperone di roccia con la macchina fotografica e la sua inseparabile moka. Giancarlo Pierannunzi

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022