“PSICOENCICLOPEDIA POSSIBILE” DI GIANFRANCO BARUCHELLO, DOPPIO APPUNTAMENTO AL MAXXI E ALL’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DELL’AQUILA


L’AQUILA – La Psicoenciclopedia possibile di Gianfranco Baruchello al centro di un doppio incontro giovedì 5 maggio. Appuntamento alle 11,30 presso il Teatro dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila per “Le immagini in movimento sono idee” realizzato dall’Abaq e alle 18,00 al Maxxi L’Aquila per il ciclo di appuntamenti dedicato dal museo alle presentazioni editoriali realizzato con il sostegno di Bper Banca.

Al centro degli appuntamenti la presentazione di questo volume d’artista, frutto di un imponente e complesso progetto concluso nel 2020, commissionato a Gianfranco Baruchello e pubblicato dall’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani in cui, attraverso un sistema di relazioni e adiacenze inattese, l’autore oggi novantottenne in 816 pagine inserisce più di 1200 voci ordinate alfabeticamente e 200 tavole a doppia pagina. Le voci derivano da scritti editi e inediti, appunti e trascrizioni di sogni di Baruchello, mentre le immagini sono un risultato “possibile” di un lungo lavoro di riorganizzazione di materiali preesistenti.

L’opera è realizzata in una tiratura di 250 esemplari firmati e corredati da una serigrafia di Gianfranco Baruchello oltre che dal volume Note a margine. L’arte come esperimento del sapere di Carla Subrizi.

Nella giornata, sarà annunciata l’uscita dell’edizione minor della medesima opera (Treccani, 2022), resa possibile grazie a un progetto della Fondazione Baruchello sostenuto dall’Italian Council VII edizione 2019.

Con la Psicoenciclopedia, Baruchello – esponente tra i più interessanti della Neoavanguardia italiana – mette alla prova i sistemi di organizzazione del vedere e del sapere operando la decostruzione della stessa idea di conoscenza enciclopedica. Come in molti altri lavori l’alfabeto e il montaggio scardinano le connessioni tradizionali tra parole e immagini, alterando ogni forma di consequenzialità, e dando luogo alla possibilità infinita di accostare anche ciò che sembra non poter essere posto in adiacenza. La politica e la storia, il sogno e il rimosso, la natura e l’ambiente, il racconto e la memoria trovano in quest’opera forme inedite di convergenza e inattesi accostamenti attraverso l’instancabile curiosità che ha portato Baruchello ad interessarsi ad ogni aspetto del sapere.

L’evento al Maxxi L’Aquila realizzato in collaborazione con Fondazione Baruchello e Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, sarà moderato da Bartolomeo Pietromarchi direttore Maxxi L’Aquila. Parteciperanno Barbara Drudi, storica dell’arte contemporanea dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila, Carla Subrizi storica dell’arte contemporanea della Sapienza Università di Roma, presidente della Fondazione Baruchello e autrice delle Note a margine che accompagnano il volume e Giuseppe Di Natale storico dell’arte contemporanea dell’Università degli studi dell’Aquila.

L’incontro al Maxxi L’Aquila è a ingresso libero fino a esaurimento posti. Necessario l’uso della mascherina FFP2. I possessori della card MyMaxxi possono riservare il proprio posto scrivendo all’indirizzo: mymaxxi@fondazionemaxxi.it, entro il giorno prima dell’evento.

Parteciperanno all’incontro del mattino Carla Subrizi, Barbara Drudi e Maria Alicata, Sstorica dell’arte contemporanea dell’Università La Sapienza di Roma. L’Ingresso è libero.

Per la giornata di giovedì 12 maggio, dalle ore 11,00, in programma presso il Teatro dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila, la presentazione e la proiezione delle opere filmiche dell’artista.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022