RIAPRE LA BIBLIOTECA DI VILLA SAN SEBASTIANO A TAGLIACOZZO


TAGLIACOZZO – La Biblioteca di Villa San Sebastiano, a Tagliacozzo (L’Aquila) riapre il sipario dopo il fermo causato dalla pandemia.

“Siamo stati sommersi di richieste” affermano i giovani della biblioteca. “Abbiamo riscontrato un entusiasmo inimmaginabile e siamo contenti di ripartire”: così i fondatori della struttura per la seconda volta si rimettono in gioco; un sentito ringraziamento va di certo al nuovo direttivo dell’associazione culturale “Gli Amici” che ospitano la struttura e che, con delibera del cda, ha concretizzato la realtà organizzativa della biblioteca (guidata oggi da Jonathan Antonelli).

L’associazione culturale, il direttivo e il presidente Angelo di Marco, si sono messi a completa disposizione per la biblioteca e siamo convinti della buona riuscita delle nostre iniziative.

L’evento di lancio previsto alle ore 18,00 di sabato 25 settembre presso il bar “La siesta” di Villa San Sebastiano ospiterà uno degli ultimi autori più interessanti della scena nazionale: Salvatore Santangelo giornalista, scrittore e docente universitario (ormai affezionato alla struttura che ha accolto di buon grado l’invito).

Il libro o meglio la selezione di libri scelti dai giovani tenta anche di creare una visione tecnica dell’evoluzione della pandemia; di fatto, questa volta lo scrittore Santangelo si è cimentato nel teorizzare e analizzare gli sviluppi socio-economici e soprattutto sanitari che hanno colpito la nostra nazione e l’intero globo e ne discuteremo insieme al professore Franco Salvatori.

Dopo la presentazione il bar la siesta e l’associazione gli Amici offriranno un aperitivo come buon auspicio per la ripartenza dei giovani della Biblioteca di Villa.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021