RIAPRONO I MUSEI ARCHEOLOGICI DI CHIETI


CHIETI – Dopo il passaggio in zona gialla dell’Abruzzo, che ha visto le riaperture a maggio dei Musei di Pescara, Campli, Celano e Sulmona la Direzione regionale Musei Abruzzo è pronta a riaprire anche i musei archeologici di Chieti dal prossimo 15 giugno.

La possibilità è stata data dall’accordo sottoscritto tra la direttrice Mariastella Margozzi e l’assessore al Turismo, Cultura, Attività produttive, Teatro Marrucino, Eventi e Manifestazioni, nonché vice-sindaco del Comune di Chieti Paolo De Cesare.

L’impegno dell’amministrazione comunale è stato di fornire ai due musei teatini 12 figure selezionate e scelte nell’ambito dei Patti per il lavoro e per l’inclusione sociale, i cui beneficiari sono tenuti a svolgere Progetti Utili alla Collettività (Puc) nel comune di residenza per almeno 8 ore settimanali.

I Puc rappresentano un’occasione di inclusione e crescita sia per i beneficiari sia per la collettività in quanto complementari e quindi a supporto ed integrazione delle attività ordinarie degli addetti alla fruizione, accoglienza e vigilanza all’interno dei musei.

Le rigide misure anti Covid-19 hanno infatti previsto oltre all’obbligo di misurazione della temperatura presso i totem allo scopo predisposti, all’attenersi ai percorsi obbligatori, al rispetto del numero massimo di presenze in ogni sala, all’essere forniti di dispositivi individuali di protezione anche la presenza, in apertura al pubblico, di almeno quattro persone a turno.

In questo modo con l’affiancamento del personale Afav si rispetta a pieno il protocollo previsto dal Documento di Valutazione Rischi nell’appendice Covid-19, siglato tra l’amministrazione e il responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione.

Nella prima settimana di apertura le date al pubblico dei due musei saranno le seguenti: martedì 15, mercoledì 16, giovedì 17 dalle 9,00 alle 19,30, con ultimo ingresso alle 19,00; venerdì 18 i musei non apriranno al pubblico; sabato 19 e domenica 20 aperture di mezza giornata (mattina Civitella/pomeriggio Villa Frigerj).

Nelle settimane seguenti resteranno chiusi il lunedì ed il martedì e dal mercoledì al venerdì osserveranno entrambi lo stesso orario dalle 9,00 alle 19,30, con ultimo ingresso alle 19,00; il sabato e la domenica saranno aperti la mattina 9,00-13,30 la Civitella mentre il pomeriggio Villa Frigerj 14,30-19,30.

Le domeniche di apertura saranno solo la prima e la terza domenica del mese.

In entrambe le strutture la biglietteria chiude mezz’ora prima.

In caso di forte affluenza gli ingressi saranno contingentati ed in ogni caso si consiglia la prenotazione telefonica, almeno il giorno precedente, per le visite del sabato e della domenica.

È vietato l’accesso a gruppi organizzati; sono temporaneamente sospese visite guidate e attività didattiche.

Per le prenotazioni: Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo Villa Frigerj 0871- 404392 o 0871-331668. Museo Archeologico Nazionale la Civitella 0871-63137.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021