SPESA A DOMICILIO, DONAZIONI E CAMPAGNE: IL RUGBY ABRUZZESE SI ATTIVA CONTRO IL CORONAVIRUS


L’AQUILA – Anche il rugby abruzzese si muove per sensibilizzare sul coronavirus. In queste ore sono diverse le iniziative dei club della palla ovale regionale, e di ora in ora si moltiplicano campagne e gesti di solidarietà.

Ad Avezzano (L’Aquila) i gialloneri del presidente Alessandro Seritti, che giocano il campionato di Serie B, hanno deciso di aiutare la popolazione meno autosufficiente e, attraverso i mezzi della società, si stanno adoperando per portare la spesa a domicilio.

All’Aquila la società giovanile Rugby Experience ha deciso di devolvere ai reparti di terapia intensiva dell’Ospedale San Salvatore dell’Aquila e all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo l’importo che avrebbe dovuto impiegare per pagare la trasferta del trofeo Capuzzoni di Milano, in programma per il 29 marzo ma ovviamente annullato. La scelta di Bergamo è stata fatta in virtù dell’amicizia nata dopo il terremoto del 2009 del rugby aquilano con la curva dei tifosi dell’Atalanta calcio.

Anche a Paganica ci si muove. Nella popolosa frazione dell’Aquila il club rossonero, che milita nel campionato di Serie B, hanno lanciato la campagna “Rugbisti dentro”. Attraverso video, foto, racconti, pensieri dei tesserati e dei tifosi il Paganica vuole raccontare questo momento difficile, ma anche colmo di forza di volontà: “Noi rugbisti non molliamo e vogliamo dimostrarlo”.

Tutte le iniziative hanno come sfondo la campagna nazionale #distantimauniti, lanciata dal Ministero dello Sport e a cui ha aderito la Federazione Italiana Rugby. (m. fo.)

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.