SPUMEGGIANTE 800 ITALIANO PER IL NUOVO CONCERTO DELLA “BENEDETTO MARCELLO” A TERAMO


TERAMO – Domenica 25 ottobre, alle 17,30, secondo concerto della XXVII Stagione Concertistica dell’Associazione Orchestrale da Camera “Benedetto Marcello” di Teramo.

La sede del concerto, e di tutti i prossimi appuntamenti, è stata spostata presso la Sala Ipogea del Comune di Teramo in piazza Garibaldi. L’ingresso è gratuito.

Il secondo appuntamento vede protagonista un trio insolito, violino, contrabbasso e pianoforte composto da Luigi De Filippi, Francesco Fraioli e Maurizio Paciariello in “Spumeggiante 800 Italiano”. Trio atipico perché con contrabbasso, destinato ad un repertorio fruibile seppur ricercato con accenni virtuosistici ma comunque al servizio del “Bel Canto” strumentale.

L’800, il secolo forte e romantico, è la fonte primaria. Boccherini, Bazzini, Bottesini e Beethoven sono gli autori del programma “No B No Party” per uno spumeggiante itinerario in cui l’Italia fa da protagonista.

Il concerto verrà introdotto dalla Dott.ssa Paola Di Felice che proporrà l’illustrazione di opere artistiche selezionate per l’occasione.

La prenotazione al concerto è obbligatoria dal sito www.benedettomarcello.it o con messaggio Whatsapp al numero 334-8314329 per un massimo di 50 posti.

Per questioni organizzative, nel rispetto delle disposizioni ministeriali e regionali relative alle norme sulla sicurezza sanitaria, tutti gli spettatori dovranno essere muniti di mascherina e possibilmente arrivare almeno un quarto d’ora prima dell’inizio del concerto per poter consentire l’accesso contingentato.

L’Associazione si riserva la possibilità di annullare gli eventi in caso di nuove misure restrittive legate al Covid -19.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2020