TEATROZETA, LA STAGIONE “VOLO LIBERO” RIPARTE CON “LE COSE ABITATE” DELLA COMPAGNIA BARETTI DI TORINO


L’AQUILA – Primo appuntamento della XVI Stagione teatrale Volo Libero 2021/2022 al TeatroZeta dell’Aquila con lo spettacolo della Compagnia Associazione Baretti di Torino “Le Cose abitate” testo e regia di Monica Luccisano con Olivia Manescalchi e Federico Tolardo, scena di Nathalie Deana, musiche di Stefano Somalvico, luci e audio di Alberto Giolitti, direzione tecnica di Alberto Giolitti ed Eleonora Sabatini.

L’appuntamento è per sabato prossimo, 23 ottobre alle ore 21,00 presso il Cinema Teatro Zeta di via Rodolfo Volpe, a Monticchio.

Un fratello e una sorella si ritrovano nella vecchia casa di famiglia, dopo il funerale del padre. In quel luogo ora non c’è più nessuno: la madre era morta già alcuni anni prima. Le stanze risuonano vuote. Delle proprie radici sembra non restare più nulla. Eccetto le cose che sono state un tempo abitate.

E da quegli oggetti, dalle “cose abitate”, scaturiscono ricordi, parole, atmosfere, ma anche contrasti, incomprensioni, reticenze, tutto galleggia in un sentimento confuso tra amore viscerale e rancore dalle radici lontane. Un legame che scava nel passato, e nel presente.

Nel loro dialogo che smaschera e denuda, Giulia e Carlo sono come attratti in un mondo parallelo. Precipitano in un loop psicologico, rivivendo continuamente la stessa situazione: un incubo da cui non riescono ad uscire.

Entrambi serbano rancore per un episodio del passato che pareva sepolto, entrambi rivelano una condizione di disagio sempre provata rispetto agli altri membri della famiglia. Entrambi si svelano fragili e forti, si smascherano a vicenda, si scontrano, si incontrano. Dinamiche di un legame di sangue che non può o forse non vuole spezzarsi.

Intanto le cose continuano a rimandare ricordi, come in un assalto delle emozioni: la tazza sbeccata, il ventilatore di papà, il vecchio televisore, il ventaglio di mamma…

Sono le cose che restano, le cose abitate a dirci quello che siamo.

Il costo dei biglietti è di 15,00 euro intero, 10,00 ridotto e 8,00 per studenti e soci dei Cral. Informazioni e prenotazioni ai numeri 0862-67335 o 329-7488830 o agli indirizzi organizzazione@teatrozeta.it o teatrozeta@hotmail.it e su www.teatrozeta.it.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021