TORNA IL GIOVENCO TEATRO FESTIVAL, 42 EVENTI TRA ARTE E NATURA


ORTONA DEI MARSI – Un festival di sapori, odori, costumi, bestiari, tradizioni. Un festival che rievoca, tramanda, insegna, condivide, unisce. Un festival dentro la natura.

È il Giovenco Teatro Festival, che torna dal 20 al 26 agosto, con apertura speciale la sera del 19, e attraverserà i luoghi della Valle del Giovenco, nella Marsica (L’Aquila), a cavallo tra  il Parco naturale regionale Sirente-Velino e il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, in particolare il territorio di Ortona dei Marsi e le frazioni di Aschi Alto, Carrito, Sulla Villa, Santa Maria, Cesoli e Rivoli (L’Aquila).

Giunto alla sua X edizione, sotto la direzione artistica Andrea Bartolomeo, il festival si propone di esaltare questa terra, con le sue tradizioni, la sua storia e il suo paesaggio incredibile attraverso quarantadue eventi tra escursioni, presentazioni di libri, laboratori, atelier di teatro, degustazioni. Ma l’intento è anche quello di mescolare arte e natura unendo  la comunità locale e gli artisti provenienti da varie parti del mondo, un incrocio di vite e di saperi, dunque.

Ogni giorno, dal mattino fino alla sera, sarà possibile scegliere tra più appuntamenti: laboratori di pittura per bambini e ritratti ad personam, laboratori di panificazione con degustazione finale e momenti di riflessione sul pane, prodotto imprescindibile nella nostra cultura e tradizione. E poi letture animate, spettacoli itineranti, racconti gastronomici con piccole degustazioni fra erbe selvatiche e prodotti locali, ma anche incontri e lezioni di  yoga e meditazione in natura.

E ancora, tante, bellissime escursioni, realizzate con la partecipazione di Rewilding Apennines e Wildlife Adventures: dall’escursione sui sentieri di Aschi Alto e Sperone, il paese fantasma, alla scoperta degli antichi popoli che hanno abitato queste terre, passando per un percorso che tocca il Cammino Pitonio, fino ad arrivare alle passeggiate tra i meleti, fiore all’occhiello di questo territorio e scrigno di biodiversità incredibile, poiché sono davvero tante le varietà della mela della valle del Giovenco, mela autoctona di gran pregio e riconosciuta tra i Prodotti agroalimentari tradizionali abruzzesi.

Ci sarà la passeggiata nel meleto di Franco Maggi, destinato all’orso, per scoprire quali sono le varietà preferite da questo animale simbolo del parco e della Marsica, in particolare, essendo l’orso bruno marsicano specie endemica di questi luoghi. E ancora, la passeggiata fra i meleti con degustazione finale del sidro a cura di Marco De Matteis, dell’Azienda Agricola MelaGusto, che produce sidro con le mele di Ortona.

È prevista infine una visita alla Bio Fattoria Didattica La Ghirlanda e un interessante laboratorio artistico, Bestiario, con artisti internazionali provenienti da tutto il mondo: sul sito c’è  la call for artists, per gli artisti che vogliono partecipare, e che concluderà, il festival, con uno spettacolo itinerante per le vie di Ortona dei Marsi.

L’evento è organizzato da Mascarò, sostenuto dal Comune di Ortona dei Marsi e dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, patrocinato da Regione Abruzzo e Provincia dell’Aquila e realizzato con la collaborazione di Rewilding Apennines, Salviamo l’Orso e Wildlife Adventures.

Ulteriori informazioni su giovencoteatrofestival.it.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022