TRE ABRUZZESI NELLA BAND DI CHARLES CROS MACK, BASSISTA DI CHIGAGO IN TOUR NEL CENTRO ITALIA


L’AQUILA – Il suo nome è quasi un omaggio al poeta francese Charles Emile Hortensius Cros, ma al posto dei versi e della prosa umoristica – oltre che delle tecniche inedite per lo sviluppo fotografico – Charles Cros Mack, bassista di Chicago, porta in scena le frequenze jazz e alternative rock.

“Cros”, che ha anche una nomina al Grammy, è stato ex bassista di Lucky Peterson e di James Cotton.

Ha condiviso il palcoscenico con un numero di artisti affermati in una varietà di generi, dagli Inflatable Soule a Myles Kennedy (insieme a Slash), fino al gruppo rap Cypress Hill.

Numerose le altre collaborazioni, anche nel mondo del blues, R&B e jazz con musicisti del calibro di Koko Taylor, Buddy Guy, Marcus Miller, Otis Taylor, Shemekia Copeland, Otis Rush, Maria Muldaur, Marcia Ball, Bernard Allison , Johnny Winter, Jimmy Johnson, Kenny Neal.

Francesco Cerasoli

Charles Cros Mack sbarca in Italia con un tour che lo vedrà protagonista di varie date in Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

Si parte dal Loft 128 di Pescara (giovedì 21). Venerdì 22 sarà la volta dell’Onda Road di Passignano sul Trasimeno (Perugia). Sabato 23 sarà la volta dell’enoteca Montelibretti (Roma). Domenica 24, appuntamento a Faraone di Poggio Picenze (L’Aquila), giovedì 28, bis al Sand Creek, sempre nel capoluogo.

Venerdì 29 si suona al Pub Frida di Tortoreto (Teramo). Sabato 30 la scena è al Politeama di Tolentino (Macerata). Infine, lunedì 2 dicembre, chiusura al Pimms good (Roma).

Ma l’aspetto più interessante, almeno per gli ambienti musicali aquilani è la composizione della band che vede Francesco Cerasoli di Poggio Picenze (ricordate la Ninuzzo blues band?) alla chitarra, Abramo Riti di Pineto (tastiere) e il giuliese Michele Rapini alla batteria.

Michele Rapini