“UNA BIBLIOTECA PER LA COMUNITÀ”, PIZZOLI RILANCIA LA “LEONE E NATALIA GINZBURG”


PIZZOLI – A volte i momenti più difficili si rivelano essere anche quelli più proficui, e così è successo a Pizzoli dove Associazione Orione, in collaborazione con il sociologo e scrittore Alessandro Chiappanuvoli, ha saputo sfruttare il lungo periodo di emergenza causato dal Covid-19 per ideare il progetto “Una biblioteca per la comunità”, volto a valorizzare e promuovere la Biblioteca comunale “Leone e Natalia Ginzburg”.

Il progetto, che ha preso avvio in questi giorni grazie al patrocinio e al finanziamento dell’amministrazione comunale di Pizzoli, prevede da un lato l’individuazione di una strategia di rilancio per la biblioteca come hub culturale e, dall’altro, la promozione delle sue prossime attività.

Il tutto sarà svolto in costante ascolto e con la collaborazione attiva della comunità, delle associazioni e degli istituti scolastici del territorio.

La storia che ha portato all’intitolazione della Biblioteca alla memoria di Leone e Natalia Ginzburg è ormai nota. I due letterati, insieme ai loro figli, furono costretti al confino dal Regime Fascista per motivi razziali proprio nel paese abruzzese tra il 1940 e 1943. Da quell’esperienza nacquero, oltre a opere letterarie come Le piccole virtù e Lessico famigliare di Natalia e Lettere dal confino 1940-1943 di Leone, anche forti legami affettivi che si sono protratti, attraverso i figli Carlo, Andrea e Alessandra, fino ai giorni nostri e che hanno portato nel 2016, anno del centenario della nascita di Natalia, alla donazione da parte della famiglia Ginzburg di circa 3000 volumi a lei appartenuti.

Un lascito tanto importante quanto difficile da gestire per una piccola biblioteca comunale, che poi ha dovuto affrontare anche le restrizioni e le limitazioni causate dalla pandemia.

Ecco, dunque, le ragioni del progetto “Una biblioteca per la comunità”, approfittare del momento di riduzione delle attività per pianificare una futura strategia di crescita che sappia interpretare i sogni e i bisogni di tutta la comunità locale, per ideare una campagna di comunicazione e per creare una rete con le associazioni del territorio, con gli altri enti della provincia e, magari, con le altre biblioteche Ginzburg esistenti in Italia.

Il primo appuntamento ufficiale è fissato per sabato 20 novembre, alle ore 18,00, presso la Sala Affrescata di Pizzoli in piazza del Municipio, con la presentazione del progetto. Saranno presenti, oltre ai membri di Associazione Orione, al suo presidente Rita Ceci e al responsabile del progetto Alessandro Chiappanuvoli, anche esponenti della giunta comunale, come l’assessore alla Cultura Milena Ranieri.

In ottemperanza alle normative vigenti l’accesso alla Sala avverrà esclusivamente su esibizione di Certificazione Verde Covid-19 (green pass). Per informazioni 333-1464805 (Rita) e 328-6863629 (Alessandro).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021