UNA RACCOLTA DI RACCONTI E UN ROMANZO APRONO L’ANNO DI RICERCHE&REDAZIONI


TERAMO – L’anno si apre con una raccolta di racconti e un romanzo per la casa editrice teramana Ricerche&Redazioni: Affetti traditi di Fabrizio Franchi (gennaio 2021) e Il mondo dei grandi di Rebecca Matoni (febbraio 2021).

Affetti traditi di Fabrizio Franchi raccoglie quattro racconti, due di libera ispirazione e due legati a episodi storici per sondare caratteristiche e personalità degli abruzzesi.

L’autore, Fabrizio Franchi, ci consegna un quadro divertente per il personaggio di Vittorio Emanuele II di Savoia, festeggiato a Giulianova a seguito dell’annessione del Meridione d’Italia al Regno di Piemonte. Anche i particolari della vicenda sono autentici tranne che per l’incontro con Splendora. Il racconto più lungo mette a fuoco la storia di una famiglia pugliese trasferitasi in Abruzzo e del dramma scatenato dal chiarimento di un doloroso segreto di famiglia che ne mette a dura prova i membri. La legge del padre riprende il tema della morale severa delle società patriarcali. Un’attenta lettura dovrebbe portare il lettore a decifrare la filigrana del racconto. Infine Ponzio Pilato, qui raccontato in una nuova prospettiva.

In copertina, lo straordinario dipinto Gregge al pascolo di Raffaello Celommi (1881-1957).

Nato a Roma nel 1945, medico oncologo nei primi decenni della sua attività e psicanalista S.P.I. e I.P.A. nella seconda metà del suo esercizio professionale, oltre a un ovvio interesse scientifico per i rapporti mente-corpo (Il corpo nella stanza d’analisi, Roma, Borla; Frontiere della psicosomatica, Roma, Armando) Franchi coltiva e pubblica temi di cultura generale: Nove walzer con l’ignoto, Roma, Sovera; Infedeltà, Roma, I Titani; Cyrano de Bergerac. Approccio psicoanalitico a un personaggio, Roma, Sovera.

Il mondo dei grandi è il romanzo d’esordio di Rebecca Matoni, una storia di ragazzi e di tossicodipendenza scritta con uno stile narrativo freschissimo ed estremamente coinvolgente.

Un’opera prima quella di Rebecca che stupisce fin dal suo incipit.

“Non sapeva cosa l’avesse spinta verso quel mondo tanto pericoloso quanto cattivo nonostante il tempo avuto per rifletterci. Dopo quel maledetto ‘incidente’, come lo definivano i suoi genitori, la vita di Lea iniziò ad essere segnata da allucinazioni, solitudine e incubi a occhi aperti. Tutto sembrava cambiare quando a scuola conobbe Eva ma, quasi accecata dalla convinzione di poter finalmente ricominciare a vivere, non si accorse che la nuova amica la stava trascinando in un circolo vizioso fatto di droga, serate in discoteca e cattive compagnie”.

In copertina l’opera “Moonlight Rescue” dell’artista statunitense Mark Kostabi (2017).

Rebecca Matoni, classe 2001, è nata e vive a Teramo, in Abruzzo. Diplomata al liceo scientifico, è sempre stata un’amante della scrittura. Questa passione l’ha portata a scrivere il suo primo romanzo all’età di 18 anni.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021