AL DONNAE BISTROT “LA MELA DI EVA” DIVENTA UNA DOLCE MERENDA NATALIZIA TRA LE VIE DELLO SHOPPING IN VIA DEL CORSO


ROMA – Le luci, i canti natalizi per le vie del centro e la magica atmosfera del Natale hanno ormai invaso la città. C’è chi si appresta ai regali dell’ultimo minuto e chi invece si gode una passeggiata per le vie di una più che mai viva e luminosa Roma.

Ma ogni passeggiata che si rispetti, soprattutto con il sopraggiungere dell’inverno, richiede un break. DonnaE Bistrot, all’interno del Boutique Hotel 5 stelle-Elizabeth Unique Hotel non smette di essere un punto di riferimento in ogni momento della giornata, dalla colazione alla cena. Questa volta però chef Riccardo Pepe si è divertito in un gioco di illusioni incastonando uno strudel di mele letteralmente nel suo frutto.

“La Mela di Eva” con un cuore ripieno di strudel (miele, pinoli, uvetta e crema di vaniglia) sotto cialda di pasta sfoglia: tutti sapori tipici delle feste e ideali per un dolce merenda. Curiosità, stupore al primo assaggio ma anche un modo per divertire i propri ospiti durante i tradizionali cenoni delle feste.

LA RICETTA

Ingredienti:
1 kg di mele
50 gr di burro
1 limone
50 gr di zucchero
50 gr di uva passa
60 gr di pinoli
1 cucchiaio di cannella
50 gr di pan grattato

Preparazione:
Estrarre la polpa dalle mele e cuocerle in acqua, limone e zucchero per 5/6 minuti. Farle freddare. Abbrustolire il pan grattato con il burro e aggiungere la polpa di mele tagliata a cubetti (marinata con anice stellato), i pinoli, la cannella, lo zucchero e l’uvetta (precedentemente ammollata in acqua tiepida e strizzata). Lasciare cuocere per qualche minuto. Preparare la crema inglese versando i tuorli in una ciotola assieme allo zucchero. Nel frattempo, scaldare leggermente il latte con un pizzico di sale ed una bacca di vaniglia, unirlo ai tuorli ed allo zucchero. Cuocere a bagno Maria fin a raggiungere 80/85 gradi. Stendere la pasta sfoglia e ritagliare con un coppa pasta dei piccoli cerchi. Cuocere a 180 gradi per 10 minuti. Riempire le mele con il ripieno, qualche cucchiaio di crema inglese ed adagiarle sulla pasta sfoglia.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2023