ALFREDO ALLA SCROFA RIAPRE LA PIAZZETTA E PRESENTA IL NUOVO MENU


ROMA – Dopo il periodo di chiusura, il ristorante Alfredo alla Scrofa di Mario Mozzetti e Veronica Salvatori ha riacceso i fornelli ed è pronto a presentare il nuovo menu primaverile da degustare all’aperto, secondo le disposizioni vigenti, nella magica Piazzetta Alfredo a Roma.

Lo chef Mirko Moglioni riparte con i colori e i profumi della bella stagione mantenendo il fil rouge tra tradizione e novità. Ad incorniciare il tutto Piazzetta Alfredo, il dehors con cinquanta posti a sedere, accuratamente allestito e situato di fronte al ristorante. Un tempo qui sostavano le botticelle, oggi è un luogo unico per fare una sosta di gusto a pranzo e a cena, nel centro di Roma.

Già negli antipasti – si legge in una nota – si respira l’aria primaverile con la Vignarola di Alfredo, un must della cucina romana, realizzato con le primizie di stagione: piselli, fave, carciofi, lattuga, la pancetta e l’aggiunta del tartufo. Gli asparagi, altro ortaggio del momento, vengono abbinati alla ricciola, alle mandorle e al cardamomo per dare vita ad un antipasto dal sentore fresco ed equilibrato, mentre il Fagiolo tondino della Tuscia si accompagna agli scampi e alla bottarga. Sempre tra gli antipasti, anche le Polpette al pomodoro che lo chef rivisita con battuto di manzo, capperi ed olive.

I sentori primaverili prendono piede nei primi nei Tortelli di fave alla gricia con essenza di bergamotto e nei Maccheroncini con ragù di verdure affumicate, battuta di manzo e tartufo. Sapori decisi spiccano nel Risotto al gorgonzola, fiori di zucca, cotenna di pollo e sedano fermentato e nei Cavatelli all’amatriciana di ricciola e pecorino di Pienza. Spazio anche ai grandi classici della tradizione romana e alle iconiche Fettuccine Alfredo, piatti sempre presenti in menu.

I sapori laziali trionfano nei secondi di carne con l’Abbacchio brodettato in tegame con le fave e nelle sfiziose Animelle Croccanti con asparagi topinambur e salsa di funghi e liquirizia. Un altro grande classico della cucina italiana entra in menù: Cotoletta alla milanese servita con la ceviche di verdure e la sua maionese. Triglie in carrozza con pappa al pomodoro e zuppa di basilico e Spigola in oliocottura con mantello di seppia e asparagi di mare, sono alcuni degli stuzzicanti secondi a base di pesce. Non mancano le proposte e le opzioni vegetariane come anche i menu degustazione di carne e di pesce.

Le proposte della pasticceria chiudono in dolcezza il menu primaverile: da provare la Bavarese alle pere e pinoli tostati con cremoso alle mele, il Sigaro al cioccolato e nocciole, il Tartufo alla fragola e una selezione di gelati fatti in casa.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021