“CALA LENTA”, TRE SERATE A TINTA ROSA ALL’ENOTECA REGIONALE DI ORTONA


ORTONA – Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo, nell’ambito dell’iniziativa “Cala Lenta” in programma dal 5 al 7 luglio sulla Costa dei Trabocchi, propone nella suggestiva sede dell’Enoteca regionale d’Abruzzo, a Palazzo Corvo (Corso Matteotti, 2, di fronte al Castello aragonese) e in piazza del Teatro a Ortona (Chieti) tre serate a tinte rosa, con degustazioni alla scoperta delle produzioni vitivinicole regionali, in particolare del Cerasuolo d’Abruzzo.

Eclettico e versatile, fresco e fruttato, elegante e longevo, questo vino è ottenuto con la vinificazione di sole uve montepulciano e sarà proposto in abbinamento con la pizza e le specialità marinare.

Protagoniste le pizze d’autore di Francesco Pace, che a Orsogna, borgo della provincia di Chieti, gestisce la pizzeria FràGranze, dove combina impasti semplici a base di sola farina 0 e grano autoctono Solina, acqua ed extravergine, ben alveolati e molto digeribili, insieme con ingredienti saporiti, frutto di una ricerca attenta sulle materie locali e non solo.

In compagnia ci saranno le preparazioni gastronomiche a base di pescato locale di Ivan Paciocco, titolare del ristorante Vico Bonelli di Ortona, che abbina sapientemente piatti della tradizione marinara abruzzese a ricette del tutto originali. Il tutto condito dalla musica dal vivo e da una scenografia d’eccezione.

Insomma un weekend tutto da vivere e da assaporare.

Per informazioni e prenotazioni Enoteca Regionale d’Abruzzo 085-9064024, 391-3803033 o enoteca.reg.abruzzo@gmail.com.

IL PROGRAMMA

Venerdì 5 luglio
ore 19,00
La sottile linea rosa
La produzione di vini rosati in Abruzzo è una tradizione storica, tanto da maritare anche la nascita dell’unica Doc italiana specifica per la tipologia, quella del Cerasuolo d’Abruzzo. Una tradizione che i produttori hanno imparato ad interpretare secondo stili e modalità differenti. Per l’occasione ne potrete degustare alcune espressioni raccontate dal giornalista Alessandro Brizi.

Sabato 6 luglio
ore 19,00
L’anima bianchista abruzzese
L’Abruzzo è da sempre conosciuta come terra di rossi, ma negli ultimi anni le varietà a bacca bianca hanno recuperato terreno, conquistando notorietà e mercato. Oltre al trebbiano, infatti, molti produttori stanno ottenendo ottimi risultati anche con le uve pecorino, passerina, cococciola e montonico. In questa degustazione proverete una selezione di vini bianchi ottenuti da questi vitigni autoctoni, che hanno dato grandi risultati coniugando freschezza, eleganza e longevità.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.