CALICI DI STELLE E VISITE IN CANTINA, IN ABRUZZO ENOTURISMO NEL VIVO


ORTONA – Iniziano due settimane importanti per l’enoturismo abruzzese: da venerdì infatti parte ufficialmente l’edizione 2021 di Calici di Stelle in Abruzzo con l’ormai consueto “sold out” per appuntamento di punta nel Castello Aragonese di Ortona (Chieti) con oltre 30 cantine associate al movimento che accoglieranno centinaia di enoturisti provenienti da tutta Italia per degustare i migliori vini abruzzesi.

Non solo quindi Calici di Stelle nel Castello Aragonese ma anche tanti eventi nelle cantine del Movimento tra cene e aperitivi in vigna e tante altre iniziative davvero interessanti.

Si parte il 30 luglio a Paglieta (Chieti) da Paolucci Vini che replicherà la serata anche la notte di San Lorenzo. Il 30 luglio anche Bossanova a Controguerra (Teramo) che ha in programma anche le date del 13 e 14 Agosto.

Sabato7 agosto appuntamento nel Castello di Monteodorisio (Chieti) con Tenute Oderisio, a Castiglione a Casauria (Pescara) da Tenuta Secolo IX e infine a Santa Maria Imbaro (Chieti) dall’azienda agricola La Vinarte.

Il 9 agosto la prima delle due serate di Contesa Vini a Collecorvino (Pescara) che replicherà anche la sera dopo con la cena in vigna.

Martedì 10 agosto, notte di San Lorenzo, tante cantine pronte ad accogliere con le già citate Paolucci e Contesa, ma anche Dora Sarchese ad Ortona, Buzzarone a Torrevecchia Teatina (Chieti), Stefania Pepe a Torano Nuovo (Teramo), Cantine Ruggieri ad Atri (Teramo), Tenuta Ferrante a Lanciano (Chieti) e Cantina Martelli a Ripa Teatina (Chieti) che replicherà anche il 14 agosto.

Giovedì 12 agosto invece appuntamento sul terrazzo della Torre Vinaria di Cantina Frentana a Rocca San Giovanni (Chieti)

A chiudere l’edizione 2021 venerdì 13 agosto serate in cantina a Giulianova (Teramo) da Faraone Vini e Spoltore (Pescara) da Podere della Torre.

Un calendario ricchissimo, mai come quest’anno probabilmente, a testimonianza della continua crescita del settore enoturistico regionale di cui il Movimento Turismo del Vino è protagonista fin dagli anni novanta.

L’Abruzzo in questo contesto è in primissima linea, non solo grazie a tante aziende che negli ultimi anni hanno fatto passi da gigante nel campo dell’accoglienza turistica, ma anche – si legge in una nota – grazie alla visione e alla programmazione del vignaiolo Nicola D’Auria non a caso presidente regionale e nazionale della storica associazione che raggruppa oltre 800 cantine in Italia dalla Valle d’Aosta alla Sicilia.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021