DIVINO EXPÒ, A CHIETI SALONE DEI VINI E DEL TERRITORIO

foto Vincenzo Fedecostante

CHIETI – Un evento fieristico tutto dedicato ai vini abruzzesi è quello in programma a Chieti sabato 14 e domenica 15 novembre, presentato ieri nella sala Cascella della Camera di Commercio.

DiVino Expò (www.divinoexpo.it), Salone dei Vini e del Territorio si svolgerà nei padiglioni del Centro Fieristico Espositivo dell’ente camerale.

L’iniziativa ideata da Gianluca Tiberio e da Tommaso Di Mascio, amministratori della Starklin, Società di consulenza per la comunicazione nasce dalla necessità di potenziare e implementare il valore turistico e territoriale attorno al mondo dei vini abruzzesi e si prefigge, altresì, l’obiettivo di creare un nuovo polo nel Centro Italia che promuova i vini abruzzesi e la loro territorialità portando nuove commesse, ma che, nel contempo, possa anche far crescere dal punto di vista marketing/formativo i produttori e l’enoturismo della regione dannunziana.

Alla presentazione hanno partecipato Lido Legnini, vice presidente Camera di Commercio Chieti-Pescara, Mauro Febbo, assessore regionale alle Attività Produttive, Turismo, Beni e Attività Culturali e Spettacolo e Jenny Viant Gomez, delegata regionale dell’Associazione nazionale “Le Donne del Vino”.

Nel corso della conferenza stampa moderata dal giornalista, sommelier e degustatore ufficiale Ais Stanislao Liberatore sono state annunciate, inoltre, due tavole rotonde: la prima, completamente formata dalle rappresentanti del gentil sesso, è prevista per sabato 14 novembre e vedrà impegnate, nel ruolo di relatrici, giornaliste, imprenditrici del vino, sommelier, albergatrici, giuriste e nutrizioniste.

Il secondo incontro, fissato per domenica 15 novembre e al quale parteciperà un cattedratico dell’Università Bocconi di Milano avrà, invece, un taglio più legato alle problematiche e agli aspetti economici ancora oggi non completamente risolti, da mesi sul tavolo dei produttori abruzzesi in vista dell’uscita e della giusta ripresa export post Covid-19.

“Le aziende vinicole afferenti alla nostra regione, infatti”, è stato spiegato, “hanno raggiunto, unitariamente, un elevato livello tecnologico sulla produzione, all’altezza dei migliori vini in Italia e nel mondo, ma non tutte hanno affinato i giusti strumenti per una crescita parallela, in ambito manageriale, di marketing e comunicazione. Questo risultato che è emerso, recentemente, da una ricerca del Wine Management Lab della Bocconi, verrà ulteriormente spiegato in uno dei due appuntamenti di confronto previsti a novembre; non mancheranno, infine, degustazioni tematiche, presentazione di nuove etichette da parte delle aziende partecipanti e intrattenimenti musicali”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.