FOOD&ROSÉ SELECTION: ALL’AQUILA 45 ESPERTI DA TUTTO IL MONDO DECRETANO IL MIGLIOR ABBINAMENTO CIBO-ROSATO


L’AQUILA – Quarantacinque esperti degustatori internazionali, tra sommelier, critici, buyer, giornalisti e rappresentanti di organizzazioni, vestiranno i panni di giudici per definire l’abbinamento gastronomico più adatto per ogni vino medagliato con le eccellenze del territorio elaborate dai ragazzi dell’istituto alberghiero “Da Vinci-Colecchi” dell’Aquila.

È il “Food & Rosé Selection by CMB”, evento di caratura internazionale che si svolge all’Aquila il prossimo fine settimana, dal 4 al 6 giugno, presentato stamattina nella sede della Regione di Palazzo Silone.

Un appuntamento di alto livello, con il territorio che lo ospita che appare tuttavia molto marginalizzato e per il quale la comunicazione istituzionale è vicina allo zero.

Si tratta della prima edizione della sfida organizzata dal Concours Mondial de Bruxelles, in collaborazione con il Dipartimento agricoltura della Regione Abruzzo.

L’Europa del vino e le eccellenze gastronomiche dell’Abruzzo saranno al centro di una competizione che decreterà il miglior abbinamento cibo-rosato dell’anno in un appuntamento tra i primi in presenza del settore in Italia dopo la pandemia: l’evento richiamerà la presenza nel capoluogo abruzzese di personalità del mondo del vino rosato e della gastronomia d’eccellenza, ma anche i vini premiati con le Grandi Medaglie d’Oro e le Medaglie d’Oro nella prima edizione della Selezione Rosé by CMB che si è svolta lo scorso marzo a Bruxelles.

Alla presentazione sono intervenuti l’ambasciatore italiano del Concours Mondial de Bruxelles Carlo Dugo, il presidente della Camera di commercio Gran Sasso Antonella Ballone e il vice presidente della Camera di commercio Chieti-Pescara Lido Legnini, il presidente del Consorzio di tutela vini d’Abruzzo Valentino Di Campli e il vicepreside dell’Istituto Alberghiero dell’Aquila Mario Centi, il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi e il vice presidente della Regione con delega all’Agricoltura Emanuele Imprudente.

IL PROGRAMMA

Venerdì 4 giugno, ore 17.30 – Emiciclo
“CERASUOLO, CHIARETTO, ROSATO: I ROSÉ ITALIANI DA UVE AUTOCTONE”
A cura di Davide Acerra, amministratore e responsabile della comunicazione del Consorzio per la Tutela dei Vini d’Abruzzo (lingua italiana, con traduzione simultanea in inglese).

Venerdì 4 giugno, ore 18.30 – Emiciclo
“PASSATO, PRESENTE E FUTURO DEL VINO ROSATO: PRINCIPALI EVOLUZIONI TECNICHE E CONSEGUENZE SUL PRODOTTO”
A cura di Gilles Masson & Nathalie Poulzagues, rispettivamente direttore e project manager del Centro di ricerca e sperimentazione sul vino rosato in Provenza (lingua francese, con traduzione in inglese).

Sabato 5 giugno, ore 8.45 – Magione Papale
“TENDENZE GLOBALI DEL VINO: L’OPPORTUNITÀ DEL ROSÉ”
A cura di Pierpaolo Penco, consulente di marketing enogastronomico di Affinamenti e Country Manager Italia di Wine Intelligence (lingua inglese).

Domenica 6 giugno, ore 8.45 – Magione Papale
“LE NUOVE FRONTIERE DEL PACKAGING E DEL MARKETING DEI VINI ROSATI”
A cura di Katerina Slezáková e Gaia Gottardo, rispettivamente responsabile marketing di Vinolok e distributore Vinolok presso Amorim Cork Italia S.p.A. (lingua inglese).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021