J7 COSTA DEI TRABOCCHI, IL GIN AI SAPORI DEGLI AGRUMI DELLA DISTILLERIA JANNAMICO


ROCCA SAN GIOVANNI – Alla presenza dei membri dell’associazione “Agrumi Costa dei Trabocchi” e di una rappresentanza di autorità locali, presso il trabocco Sasso della Cajana in località Vallevò di Rocca San Giovanni (Chieti) è stato presentato il nuovo Gin della distilleria Jannamico Michele & Figli di Lanciano (JMEF S.p.A.).

Il Gin J7-Costa dei Trabocchi nasce dalla collaborazione tra la distilleria Jannamico e l’associazione Agrumi della Costa dei Trabocchi, una comunità Slow Food impegnata nella tutela e nella valorizzazione della tradizionale coltivazione di agrumi sulla costa, tra cui sono state scelte le arance amare Cetrangolo e le arance dolci Portuall’ per caratterizzare questo Gin.

Dal XVII secolo le arance della Costa dei Trabocchi sono coltivate a ridosso del mare tra Ortona e Fossacesia. Conosciute e apprezzate in tutta Europa per la ricchezza dei sapori e l’intensità dei profumi, hanno avuto nel corso degli anni un lento ma inesorabile declino. Nel 2008 grazie alla buona volontà di alcuni “giardinieri”, come amano definirsi, è nata un’associazione mirata al loro recupero e valorizzazione. I giardini che oggi ospitano gli aranci si trovano su pendii affacciati sul mare.

Il J7–Costa dei Trabocchi è un distillato che non è solo ispirato ad un luogo ma è prodotto con botaniche locali coltivate da un gruppo di appassionati giardinieri, come amano definirsi, che hanno deciso di investire del tempo per valorizzare questo territorio che merita di essere fatto conoscere.

“Auspichiamo che un prodotto con queste caratteristiche possa contribuire ad accrescere l’offerta di questo territorio e valorizzare i prodotti locali di qualità”, dice in una nota Francesco Iannamico della Distilleria Jannamico Michele e Figli. “Saremmo lieti che questo Gin, insieme alla nuova linea di prodotti dedicati alla Costa dei Trabocchi che stiamo creando, possa essere uno dei tasselli per innescare un volano di sviluppo anche per l’economia turistica e gastronomica locale. La nostra idea è che solo creando delle sinergie tra produttori locali, associazioni e pubblica amministrazione sarà possibile portare la Costa dei Trabocchi al pari di altre famose località costiere italiane alle quali, sinceramente, non abbiamo nulla da invidiare”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021