LA PRIMA FIERA MERCATO DEL BENESSERE NEL FINE SETTIMANA A TERAMO: 35 ESPOSITORI TRA PRODUTTORI, ARTIGIANI, TARTUFAI E CASARI


TERAMO – Diffondere la cultura della corretta alimentazione, l’educazione ambientale, cultura e tradizioni locali – come quella dell’ormai celebre “sdijuno” – che, come ha dimostrato uno studio dell’Università di Teramo, hanno contribuito alla longevità della popolazione, soprattutto in alcune aree dell’Abruzzo.

Sono gli obiettivi della prima Fiera Mercato del Benessere, in programma a Teramo il prossimo fine settimana in Corso di Porta Romana, da venerdì 17 a domenica 19 settembre, il cui ricco programma è stato presentato oggi dall’assessore regionale al Sociale, Pietro Quaresimale, dal direttore generale dell’Arta, Maurizio Dionisio, da Mauro Serafini, docente di Nutrizione umana dell’Università di Teramo, da Marcello Schillaci, presidente dell’Associazione Porta Romana Bella.

Ben 35 espositori con produttori, tartufai, casari, ristoratori, artigiani, scuola di cucina e uno spazio dimostrativo della filiera agroalimentare in cui verrà mostrato l’intero processo di trasformazione del grano in pasta. E poi dibattiti e convegni in un’area divulgativa che sarà allestita in Largo di Porta Romana.

Venerdì e sabato a cena e domenica a pranzo assaggi e divulgazione tecnico-scientifica sugli alimenti offerti: saranno preparati tagliolini e fagioli, millefoglie di alici, tacchino alla canzanese con cavolo bianco al mosto cotto e insalata di fungo porcino.

“La legge Abruzzo Regione del Benessere di cui sono primo firmatario passa finalmente alla fase attuativa”, ha detto l’assessore Quaresimale. “La legge nasce per valorizzare il patrimonio abruzzese costituito dai prodotti sani e dall’ambiente salubre. Tra le altre cose, formeremo le guide del benessere, in modo che ci siano delle figure professionali competenti ad accogliere il turista”.

“L’Arta intende superare i limiti laboratoristici per diventare ente dispensatore di servizi complessi”, ha commentato Dionisio. “Il legislatore regionale ha ritenuto che potessimo essere soggetto attuatore del progetto Abruzzo Regione del Benessere e abbiamo raccolto questa sfida con entusiasmo”.

La tre giorni, nel cuore antico di Teramo, il caratteristico Corso di Porta Romana, che oltre alle origini della città custodisce antiche tradizioni della cucina tipica teramana e abruzzese, si svolge proprio nell’ambito di Abruzzo Regione del Benessere, progetto multidisciplinare al centro della politica regionale volto a valorizzare, tutelare e promuovere il benessere dei cittadini abruzzesi sotto il profilo culturale, ambientale, alimentare e salutare. Tra le azioni previste, la creazione di una bio-bank, una banca dati per studiare le caratteristiche metaboliche e genomiche dei centenari abruzzesi, per finalità di ricerca, e la creazione di una filiera turistica regionale basata sul turismo esperienziale finalizzate alla valorizzazione delle tipicità naturalistiche e storico-culturali regionali e alla riqualificazione del territorio a rischio marginalizzazione economica e demografica.

Il programma della Fiera Mercato del Benessere prevede l’apertura della manifestazione venerdì alle ore 17,30 con il taglio del nastro, alle 18,00 l’esibizione della Corale Verdi e dalle ore 19,00 la degustazione con i finger del benessere. Sabato alle ore 8,00 l’apertura del mercato del benessere, alle 10,00 convegno, alle ore 12,00 degustazioni supportate da scienziati e tecnici del settore, alle ore 116,00 l’esibizione di Vomano Folk e alle ore 18,00 degustazioni. La domenica è interamente dedicata al mercato del benessere a partire dalle 8,00 e fino alle ore 14,00.

L’intero evento si svolgerà nel pieno rispetto della normativa anti-Covid e sabato mattina sarà anche presente un camper della Asl per la somministrazione del vaccino. Per informazioni e prenotazioni 348-4225544 o portaromanabell_2021@libero.it.

IL PROGRAMMA

Venerdì 17 settembre

Ore 17,30 Inaugurazione Prima Fiera Mercato del Benessere – Corso di Porta Romana

Partecipa il vice presidente della Regione Abruzzo Emanuele Imprudente e intervengono le autorità

Ore 18,00 Esibizione coro Giuseppe Verdi, storica espressione della cultura teramana

Sabato 18 settembre

Ore 10,00 “Benessere & Salute”

Intervengono il rettore Dino Mastrocola, su “L’Università di Teramo per il benessere”, professor Mauro Serafini, docente di Nutrizione umana su “Alimentazione e benessere”, il presidente di Abruzzo Pesca Vincenzino Crescenti su “Pesce e salute”, il direttore generale della Asl di Teramo Maurizio Di Giosia su “Il benessere dei cittadini nella Asl di Teramo”. Conclude l’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì.

Ore 11,00 apertura Mercato del Benessere

Ore 17,00 “Benessere, turismo e accessibilità”

Intervengono il preside di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo Christian Corsi su “La strategia del Benessere”, il presidente di Consorform/Intercredit Gianni Mancini su “Imprese, turismo e benessere”, il direttore tecnico dell’Arta Massimo Giusti su “Il programma operativo dell’Arta per il benessere”, la presidente dell’Ater Teramo Maria Ceci su “L’accessibilità nell’edilizia popolare e nella ricostruzione”, il presidente del Parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga Tommaso Navarra su “Turismo sostenibile, accessibilità e benessere nei parchi”. Conclude l’assessore regionale al Sociale Pietro Quaresimale.

Ore 18,00 Esibizione “Vomano Folk”

Domenica 19 settembre

Ore 9,00 Apertura Mercato del Benessere

Ore 10,00 Musica popolare con la compagnia degli organetti abruzzesi

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021