OGNI PIATTO DELLE FESTE HA IL SUO FRANCIACORTA, I CONSIGLI DEGLI CHEF


ROMA – In vista delle prossime festività, Franciacorta si prepara a tornare da protagonista sulle tavole degli italiani sottolinenando che è un vino perfettamente abbinabile a tutto pasto grazie alle sue differenti tipologie e caratteristiche, che esprimono personalità particolari derivanti dai vari vitigni utilizzati, dai mesi di affinamento sui lieviti e dal dosaggio che ne definisce lo stile.

Per questi motivi non sarà difficile trovare il Franciacorta più adatto ad ogni piatto o ingrediente. A sottolineare il forte legame con la cucina di alta qualità, da quest’anno Franciacorta è Destination Partner di Michelin Italia e in occasione della 67esima presentazione dell’edizione della Guida, ha chiesto a numerosi chef stellati i piatti consigliati per le feste in abbinamento a Franciacorta.

Tra i suggerimenti troviamo: i tortellini in brodo in abbinamento a un Franciacorta Satèn, il classico spaghetto con le vongole macchiato con il pomodoro del Piennolo in abbinamento a un Franciacorta Rosé e lo stoccafisso all’anconetana in abbinamento a un Franciacorta Riserva.

Per tutto il mese di dicembre sulle pagine ufficiali Franciacorta di Instagram e YouTube, si potranno seguire i consigli degli chef Fabrizio Molteni de La Speranzina Restaurant & Relais (1 stella Michelin) a Sirmione (Brescia) che suggerisce Tortellini in brodo in abbinamento a Franciacorta Satèn, della neo premiata giovane chef Solaika Marrocco di Primo Restaurant (1 stella Michelin) a Lecce che propone Cartellatte, dolce di sfoglia fritto con miele caldo e cannella in abbinamento a Franciacorta Demi Sec.

Nel video in uscita il 13 dicembre lo chef Giuseppe Iannotti, fresco di due stelle Michelin al Krèsios Telese, illustra la ricetta del brodo di cappone con il cardo in abbinamento a Franciacorta Dosaggio Zero. A seguire, il 20 dicembre, lo chef Giuseppe Molaro di Contaminazioni Restaurant (1 stella Michelin) a Somma Vesuviana (Napoli) propone Spaghetto con le vongole macchiato con il pomodoro del Piennolo in abbinamento a Franciacorta Rosé.

Il 27 dicembre è la volta dello chef Mauricio Zillo di Gagini Restaurant (1 stella Michelin) a Palermo con Baccalà in abbinamento a Franciacorta Rosé. Il 31 dicembre lo chef Felice Lo Basso di Felix Lo Basso Home & Restaurant (1 stella Michelin) a Milano preparerà Cappelletti in brodo in abbinamento a Franciacorta Rosé.

Il 3 gennaio lo chef Christian Mandura del ristorante Unforgettable (1 stella Michelin) a Torino suggerisce la Lasagna in abbinamento a Franciacorta Brut. Mentre per lo chef Enrico Bartolini di Enrico Bartolini-Mudec , tristellato a Milano un must è Il Cappone. Cucinando tre piatti diversi a partire dalle frattaglie, le cosce e il petto senza dimenticare il brodo. In abbinamento a Franciacorta Rosé.

Ancora il 5 gennaio lo chef Mauro Uliassi del ristorante tre stelle Michelin Uliassi a Senigallia (Ancona) illustrerà la ricetta dello Stoccafisso all’Anconetana in abbinamento a Franciacorta Riserva.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022