TIRAMISÙ: LA GLOBAL MARATHON, UNA FESTA NELLE CUCINE DEL MONDO


TREVISO – Una grande festa che ha attraversato 16 Paesi, con centinaia di “chef” non professionisti che hanno preparato e raccontato la loro versione del dolce durante la “Tiramisù Global Marathon”, l’iniziativa di Twissen nata con la collaborazione della Tiramisù Academy.

“Non è stato possibile abbracciarsi come facciamo da oramai quattro anni nelle piazze dove arriva la Tiramisù World Cup, ma ci siamo comunque sentiti vicini, legati dall’entusiasmo che si respira a una festa”, dice in una nota Francesco Redi, l’organizzatore della Tgm, l’evento online che ieri è stato possibile seguire attraverso i canali social dell’iniziativa.

“Bellissimo il clima famigliare che si è vissuto, con gli appassionati in diretta dalle loro cucine – ha commentato Redi – . Otto ore in un clima davvero di gioia, con i bambini a fare la ‘parte dei leoni’ nella preparazione del dolce”.

E proprio ai bambini e ai ragazzi, che ora riceveranno il libro di Geronimo Stilton, è stata dedicata un’intera ora con la campionessa dell’edizione 2019 della Twc (ricetta creativa), Sara Arrigoni, che li ha condotti nella preparazione del loro dolce preferito.

Oltre agli appassionati e a coloro che si erano iscritti a partecipare, durante il live hanno fatto il loro ingresso anche alcuni addetti ai lavori e personaggi provenienti da altri settori. Ecco quindi gli interventi di Wladimiro Gobbo dell’Associazione Italiana Sommelier, Francesca Piovesana,, campionessa Twc 2018 (Cannella e Zenzero), Roberto Lestani, presidente della Fipgc, Federico Zani della Benetton Rugby e della Nazionale italiana, Riccardo Pittis ex-Benetton Basket, Fabio Carbone e Nicola Sorrentino (entrambi docenti presso l’Università Jean Monnet).

Questi i Paesi da cui si sono collegati i partecipanti: Canada (Toronto), Brasile (fra cui Curitiba, San Paolo e Carangola), Venezuela (Caracas), Egitto (Il Cairo), Kenya (Nairobi), Iran (Tehran), Cina (Shangai); dall’Europa: Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Spagna e ovviamente Italia.

L’iniziativa sta ancora raccogliendo (termine 31 marzo) fondi per il rilancio delle micro-imprese del settore turistico e della ristorazione di Venezia, simbolo mondiale e polo attrattivo per il comparto dell’intera regione: molti partecipanti e istituzioni hanno già dato il loro contributo.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021