VINÒFORUM 2021: 50.000 VISITATORI PER UNA MANIFESTAZIONE CHE SEGNA LA RIPRESA DEL SETTORE


ROMA – Un’edizione assolutamente positiva che ha confermato il successo di una manifestazione, Vinòforum, ormai entrata nel cuore di tutti gli appassionati dell’universo enogastronomico. Dieci magnifiche serate che hanno sancito la voglia di ripresa di un settore che in questi mesi ha sofferto una crisi senza precedenti e che aspettava la giusta occasione per riprendere a marciare nella giusta direzione e con il giusto ritmo.

Un mondo che ha trovato in Vinòforum 2021 il perfetto habitat per confrontarsi e, soprattutto, per riabbracciare il pubblico degli appassionati. Che non ha fatto mancare il suo apporto come testimoniano le quasi 50.000 presenze registrate nell’arco della manifestazione.

Tanti gli appassionati che hanno potuto soddisfare la propria curiosità attraverso un percorso che si è snodato tra i 12mila mq del bellissimo Parco di Tor di Quinto. Ma numerosi anche gli operatori di settore, se ne sono contati circa 14.240, attratti da un calendario di appuntamenti di assoluto livello. Centinaia le degustazioni guidate, molte gratuite, con protagonisti cantine, Consorzi, gruppi imprenditoriali. Con intriganti excursus nell’extravergine, i cocktail, il sigaro, il caffè.

Ma ovviamente è stato il vino il vero protagonista de Lo Spazio del Gusto. Oltre 820 aziende, 2.500 etichette e, soprattutto, una serie di appuntamenti assolutamente indimenticabili. Sempre sold out le Top Tasting con alcuni dei nomi più luminosi del panorama vitivinicolo mondiale. Esaurite anche le degustazioni nella Business Lounge che hanno visto alternarsi produttori, storie, territori.

E non va dimenticato il ruolo del mondo ristorativo con i 30 chef dei Temporary che hanno proposto ogni sera i loro piatti, o delle Night Dinner, autentico faccia a faccia tra grandi cuochi e un pubblico esperto e curioso. Nove appuntamenti, firmati Vinòforum e Food&Wine Italia, che hanno visto sfilare le grandi star dei fornelli.

“Una grande edizione, andata anche al di là delle più rosee aspettative – spiega Emiliano De Venuti, amministratore delegato di Vinòforum – . Come organizzatore non posso che essere estremamente soddisfatto del successo ottenuto, con numeri che premiano il lavoro svolto nel corso degli anni. Ma voglio anche indossare i panni del visitatore e dire che Vinòforum 2021 ha raggiunto il cuore di tutti anche, e forse soprattutto, per il livello dei contenuti, per la filosofia che ha animato ogni singolo appuntamento, per il feeling tra tutte le parti coinvolte. È stato realmente un palcoscenico importante, un momento di incontro che segna certamente le basi per una ripartenza positiva per tutto il settore. Ora ci mettiamo a lavoro per l’edizione 2022 che ritornerà a giugno”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021