LA SICUREZZA ONLINE, ANCHE NEL 2021, È UN TEMA CALDO PER I NAVIGATORI


Sicuramente tutti voi, sia durante il tempo libero che per quello dedicato al proprio lavoro, c’è sempre la navigazione in rete tra le attività previste. E naturalmente non parliamo solo di esplorare pagine web e compiere determinate azioni dal computer, ma bensì fare tutto ciò e molto più soprattutto su smartphone e tablet.

Dei dispositivi che è sempre più facile trovare nella propria tasca, in borsa o in casa. Tutta un’altra storia rispetto alla situazione della seconda metà degli anni Novanta!

Ma torniamo a noi. Del resto era inevitabile vista la ventata rivoluzionaria che ha portato l’innovazione tecnologica degli ultimi 15 o 20 anni, per fare una stima prettamente ad occhio, e che è andata a coinvolgere tutte le fasce di età della popolazione.

Sia gli utenti adulti che quelli più giovani, non per niente all’epoca si è parlato di “nativi digitali”, sono dunque soliti navigare in rete per tutto ciò che concerne lavoro, svago, interazione, informazione, gioco e tanto altro ancora.

Pensate ad esempio che è sempre più comune svolgere direttamente in rete anche operazioni “più delicate” come effettuare dei pagamenti online, fare delle normali operazioni bancarie, controllare il proprio saldo, tenersi in contatto con chi si vuole, trovare un mestiere ed anche lavorare direttamente sul web.

Se c’è una cosa che il lockdown dovuto allo scoppio della pandemia da Covid – 19 ci ha insegnato, è che lo smart working è una pratica più che adatta in grado di sopperire alla momentanea impossibilità di frequentare l’abituale posto di lavoro. Soprattutto quando si poteva uscire di casa solo per motivi strettamente necessari!

Purtroppo va detto che in tutto quello che è l’innovazione sul web, c’è anche una sorta di “lato oscuro”. Infatti, in rete, è molto facile condividere le proprie informazioni ed i dati personali, altresì detti sensibili, e non sono pochi gli hacker in grado di utilizzare questa mole di dati per i propri biechi fini. Nei casi più “estremi” non mancano dunque truffe e ricatti online.

Meglio prestare dunque la massima attenzione andando ad installare sui propri dispositivi di anti virus ed anche reti VPN, Virtual Private Network con il quale crittografare i propri dati ed accedere a tutti i contenuti web del mondo in completa sicurezza, o altri sistemi di protezione.

Un’azione che, in sostanza, è più una buona “abitudine digitale” che si rivela particolarmente adatta per gli utenti meno esperti, i più giovani e chi vuole giocare o svolgere determinate azioni.

Avete mai fatto caso a come sempre più video di YouTube, articoli sui quotidiani, servizi al telegiornale e news sui portali di informazione dedicata trattino questo particolare tipo di tema? Non è una moda e non è neanche un caso!

Soprattutto nel caso dei più piccoli e di chi gioca in rete tale abitudine deve diventare giornaliera al pari di andare a visitare e ad interagire con i siti di intrattenimento certificati e sicuri (prova questi bonus senza deposito su auraweb). Per evitare dunque delle brutte sorprese fate affidamento anche alla vostra dose di intuito che non fa mai male!

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021