AD ANVERSA DEGLI ABRUZZI PASSEGGIATA NELLA NATURA PER LA GIORNATA EUROPEA DEI PARCHI LETTERARI


ANVERSA DEGLI ABRUZZI – Con il patrocinio della Commissione nazionale italiana per l’Unesco e in collaborazione con la Società Dante Alighieri, il Parco letterario Gabriele d’Annunzio, l’Oasi Wwf Gole del Sagittario e il Comune di Anversa degli Abruzzi (L’Aquila) organizzano per sabato prossimo, 24 ottobre, una giornata legata alla natura in occasione della VI Giornata Europea dei Parchi Letterari.

L’appuntamento con “Ritratti di Natura: passeggiata guidata nei luoghi di ispirazione letteraria tra piante, sorgenti, roccere e paesaggio” è alle ore 15,00 per una giornata di interpretazione ambientale, con un fotocontest.

Con una piacevole camminata all’interno dell’area delle sorgenti e lungo il sentiero del Fiume Sagittario si arriverà al calanco di Anversa soffermandosi ad osservare alcune piante che abitano il “giardino”.

Dalle sorgenti al calanco il percorso svelerà le caratteristiche geologiche e biologiche di questo luogo unico al mondo. Se il tempo lo permetterà si riuscirà ad osservare al microscopio i “macro abitanti” del fiume con la direttrice della Riserva Sefora Inzaghi, l’insegnante Lavinia Canestrari e il referente culturale del Comune di Anversa e del Parco Letterario d’Annunzio Mario Giannantonio.

L’antico abitato di Anversa, annoverato tra i Borghi più belli d’Italia, è adagiato su uno sperone roccioso, a 660 metri d’altitudine e domina l’ultimo tratto delle suggestive Gole del Sagittario, oggi Riserva naturale del Wwf. Attraversata dalla tortuosa strada che costituisce la cerniera naturale tra la Valle Peligna e la valle superiore del Sagittario, Anversa fu scelta da Gabriele d’Annunzio (1863-1938) per l’ambientazione de La fiaccola sotto il moggio. Da sempre luogo di richiamo di letterati, botanici, artisti e viaggiatori, il paese ha fornito l’ispirazione anche ad Edward Lear e a Maurits Cornelius Escher che dal piccolo nucleo di Castrovalva, antichissimo borgo a 820 metri di quota, ammirava il paesaggio delle Gole fino a Cocullo, il paese cui San Domenico donò un proprio dente facendo scaturire nella popolazione una fede che andò a soppiantare il culto pagano della dea Angizia, protettrice dai veleni, tra cui quello dei serpenti.

La Riserva naturale Regionale-Oasi Wwf Gole del Sagittario si trova all’interno di un Sito d’Importanza Comunitario (Sic IT7110099) nel Comune di Anversa degli Abruzzi. L’area si estende per circa 400 ettari, un vero e proprio scrigno di natura a poco più di un’ora da Roma. Un profondo canyon tra rupi calcaree scavato dal fiume Sagittario, offre rifugio anche all’orso minacciato dalla frammentazione dei boschi.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2020