ADDIO A FRANCO SUMMA, LUTTO NELL’ARTE


PESCARA – È morto l’artista Franco Summa.

Nato a Pescara, conseguita la Maturità Classica, ha frequentato la Facoltà di Lettere nell’Università di Roma laureandosi in Lettere Moderne (indirizzo Storia dell’Arte) con una tesi in Estetica.

Dalla metà degli anni Sessanta ha sviluppato una ricerca artistica incentrata sul rapporto uomo-ambiente, che ha trovato negli spazi urbani uno specifico campo di intervento.

A partire dal 1968 ha realizzato, in varie città, numerosi opere ambientali sia temporanee che stabili.

A novembre a Pescara è nata la Fondazione Franco Summa, che organizza all’interno di scuole di diverso ordine e grado, università, enti pubblici e privati, seminari di studio e di ricerca indirizzate alla formazione di una diffusa coscienza del ruolo fondamentale dell’arte nella elevazione della qualità della vita.

Inoltre dispone, per ricerche e studio, libri sull’arte, l’architettura, l’urbanistica; cataloghi, pubblicazioni sulle diverse discipline artistiche (arte, architettura, design), presenti nella propria biblioteca insieme all’archivio digitale delle opere pittoriche, plastiche ed ambientali dell’artista.

Summa recentemente aveva firmato anche la scatola d’artista di un nuovo inedito dolce a base noci uvetta e fichi, omaggio a Pescara Vecchia, elaborato dal pasticcere Fabrizio Camplone.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.