ADDIO A MIMINO DE PAULIS, “PAPÀ” DELLA SALSICCIA DI FEGATO AQUILANA


L’AQUULA – È morto a Paganica (L’Aquila), all’età di 91 anni, Carmine De Paulis, più conosciuto con il nome di Mimino, che ha legato il proprio nome alla tradizione norcina di qualità.

Decano di un’antica famiglia paganichese di esercenti alimentari, dopo la tragica morte nel giugno del 1944 del padre Ugo – ricorda Goffredo Palmerini, scrittore e profondo conoscitore della storia locale – prese le redini dell’azienda insieme alla madre Maria (Marietta) e al fratello Marino, nella casa negozio che affaccia nella piazza principale di Paganica, accanto al Palazzo Ducale.

Più tardi, con il fratello Ugo, che era nato proprio nel 1944, e con i figli di Mimino – Mauro, Maria Antonietta e Maria Luisa – l’azienda è cresciuta ancor più nel ramo della norcineria di qualità e nella vendita di prodotti alimentari di nicchia, cui è stato riconosciuto il marchio di prodotti d’eccellenza gastronomica.

L’attuale azienda Ugo de Paulis Sas, dei fratelli de Paulis (Mauro, Maria Antonietta, e Maria Luisa), si è affermata in tutta Italia e anche oltre i confini per la qualità dei salumi e degli altri prodotti che commercia ed è custode dell’autentica salsiccia di fegato aquilana, tutelata anche dal Presidio Slow Food.

Mimino, di questa storia aziendale, è stato magna pars, consolidando negli anni la tradizione commerciale della famiglia de Paulis sempre connotata dalla gentilezza, dalla serietà e dalla indiscussa qualità dei prodotti.

Gran lavoratore, affabile, cortese e ironico, Mimino ha hato negli anni un’impronta forte e duratura all’azienda, affiancato dalla moglie Olga, dai fratelli Marino e Ugo (uomo pubblico, per molti anni consigliere e assessore provinciale, e soprattutto presidente della X Circoscrizione), quindi dai figli che ora la conducono con perizia e impegno, continuandone la storia di qualità e prestigio del nome, nell’aquilano e in ogni angolo d’Italia.

La cerimonia funebre domani, lunedì 16 dicembre alle ore 15 nella Chiesa degli Angeli Custodi a Paganica.